Roma, 7 feb – Il ministro del Lavoro Luigi Di Maio non ne vuole sapere di prendere lezioni dai sindacati. In merito alla manifestazione indetta dalla «trimurti» Cgil-Cisl-Uil, infatti, il vicepremier grillino ha dichiarato: «Non li ho visti in piazza quando si fece la legge Fornero». I sindacati in effetti, spariti a lungo dai radar, intendono ora tornare alla ribalta con un corteo di protesta contro la manovra economica voluta dal governo gialloverde. La protesta è attesa a Roma sabato 9 febbraio: il concentramento dei manifestanti è previsto in piazza della Repubblica, da dove partirà il corteo che raggiungerà piazza San Giovanni per il comizio conclusivo dei segretari generali Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

I cavalli di battaglia dell’esecutivo, com’è noto, sono quota 100 e il reddito di cittadinanza, che però non trovano il favore delle tre confederazioni: «Vogliono scendere in piazza? Lo possono fare, ma lo fanno contro quota 100, che smantella la legge Fornero, e il reddito di cittadinanza», ha detto Di Maio ospite a Uno Mattina su Rai1. Il ministro del Lavoro, anzi, ha addirittura rilanciato, annunciando tagli alle pensioni d’oro dei dirigenti sindacali: «In questo spero di avere il sostegno dei gruppi parlamentari», ha specificato Di Maio.

Dopo aver incassato senza fiatare ogni tipo di angheria ai danni dei lavoratori (dall’abolizione dell’articolo 18 alla legge Fornero, per arrivare fino al Jobs Act), è difficile valutare questo tentativo tardivo da parte dei sindacati di recuperare la fiducia dei loro iscritti (peraltro sempre più in calo). In ogni caso la Cgil sembra aver ritrovato un po’ di slancio con la nomina a segretario generale del combattivo Maurizio Landini al posto di Susanna Camusso, accusata di essere stata troppo acquiescente nei confronti dei governi precedenti (in particolare verso quello di Matteo Renzi). Ma potrà bastare questa operazione di maquillage per recuperare il terreno perduto, dopo anni di illusioni e tradimenti ai danni dei lavoratori?

Elena Sempione  

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here