Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 feb – Per il Giorno del Ricordo delle Foibe una proposta della Lega: togliere l’onorificenza al maresciallo Tito. Lo propone il senatore William De Vecchis.



De Vecchis (Lega): “Revoca onoreficienza a Tito”

William De Vecchis, rappresentante della Lega al Senato (e con la prima firma di Matteo Salvini) presenta una mozione depositata a Palazzo Madama che impegna il governo “ad adottare ogni possibile iniziativa finalizzata alla revoca dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce concessa al Maresciallo Tito o, quanto meno, volta a riconoscere che la concessione di tale onorificenza non sia compatibile con i principi ispiratori della legge 3 marzo 1951, n. 178, e più in generale con i principi fondamentali del nostro ordinamento costituzionale”.

Black Brain

L’incoerenza col ricordo delle Foibe

“Nel nostro Paese” si legge nella mozione della Lega “esistono purtroppo delle “piccole sacche di deprecabile negazionismo militante. Ma oggi il vero avversario da battere, più forte e più insidioso, è quello dell’indifferenza, del disinteresse, della noncuranza. Che si nutrono spesso della mancata conoscenza della storia e dei suoi eventi. Questi ci insegnano che l’odio la vendetta, la discriminazione, a qualunque titolo esercitati, germinano solo altro odio e violenza”.

Il cavalierato “regalato” dall’Italia

Il Maresciallo Josip Tito è tutt’ora insignito dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce anche, conferitagli il 2 ottobre 1969, durante la Presidenza di Giuseppe Saragat e il secondo Governo presieduto da Mariano Rumor. E la mozione afferma che la revoca dell’onorificenza data a chi si è macchiato di gravi crimini, quali la pulizia etnica realizzata nei confronti degli italiani della Venezia Giulia, rappresenta un atto dovuto da parte del Governo italiano per giungere ad una pacificazione, lasciando così al ricordo una delle pagine più brutte della storia italiana del Novecento”.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta