Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 17 dic – “Sono un movimento interessante, da tenere d’occhio. Non si facciano mettere il cappello da nessuno”. Così Beppe Grillo, a Roma insieme a Davide Casaleggio per un convegno, ha espresso il suo apprezzamento nei confronti delle sardine. “Sono un movimento igienico-sanitario”, ha poi aggiunto il comico genovese, che si è unito a Di Maio e al frinire della sinistra cantante che nelle ultime settimane si affanna a lisciare il movimento dei pesci ossei.

Il tonno nella scatoletta

Ma Grillo è probabilmente anche preda della nostalgia, di quei bei tempi andati in cui riusciva a saltellare sui palchi montati in piazza per mandare a quel paese la casta. Ora che i Cinque Stelle ne hanno vestito i panni, della casta, rischiano di non riempire più neppure i teatri dove il comico genovese ogni tanto improvvisa qualche spettacolo. Non gli resta quindi che salire sul carro delle sardine, visto che il tonno è rimasto nella scatoletta parlamentare.

Per tentare di confondere le acque, rispolverando il vecchio repertorio da cabarettista beffardo, Grillo ha però rigirato il concetto: “Siete voi le vere sardine di questo paese: guardate come mi comprimete. Avete dei microfoni che odorano di aliti terribili”, ha detto il comico rivolgendosi ai giornalisti all’esterno dell’hotel Forum a Roma. “E siete anche poco puliti, nel senso che avete degli aliti pazzeschi … non posso stare in mezzo a voi così!”, ha tuonato. Ironia spuntata, che ormai inizia ad annoiare. Soprattutto gli elettori.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta