Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 28 set – L’annuncio di Draghi è infine arrivato: il governo italiano ha candidato Roma Capitale per ospitare Expo 2030. «Si tratta senz’altro di una grande opportunità per lo sviluppo della città», ha scritto il presidente del Consiglio in una lettera inviata ai candidati alla carica di sindaco a Roma, ringraziandoli inoltre «per la dimostrazione di unità a favore della nostra Capitale».



La candidatura di Roma a Expo 2030

L’Italia, che ha già ospitato l’esposizione universale del 2015 a Milano, è quindi intenzionata a far suo anche Expo 2030, da allestire stavolta a Roma. La candidatura dell’Urbe arriva a pochi giorni dall’apertura di Expo 2020, che avrà inizio a Dubai, capitale degli Emirati Arabi Uniti, il prossimo 1° ottobre. Naturalmente, l’allestimento dell’esposizione è slittato di un anno a causa della pandemia. L’edizione del 2025, invece, si terrà a Osaka, in Giappone.

Le capriole di Virginia Raggi

A esultare per la candidatura di Roma a Expo 2030 è stata in particolare Virginia Raggi: «Daje!!! Roma è ufficialmente candidata ad ospitare l’Expo del 2030. Si tratta di uno dei più importanti eventi internazionali. Per Roma si tratta di un particolare motivo di orgoglio perché supera il racconto di una città dove non si possono fare le cose, anzi è la dimostrazione che a Roma si può fare tutto e anche meglio. Ringrazio Draghi e Di Maio», ha scritto l’attuale sindaco su Facebook.

A parte il «daje», che fa parecchio cringe, è senz’altro un curioso cambio di marcia quello della Raggi, che qualche anno fa – oltre a bloccare il progetto per il nuovo stadio della Romaaffossò pure la candidatura della Capitale alle Olimpiadi. «Le Olimpiadi impoveriscono le città, l’Expo le arricchisce», ha provato a difendersi il primo cittadino. Rimane però forte il sospetto che la Raggi stia strumentalizzando Expo 2030 per racimolare qualche voto in più in vista delle recenti Comunali.

Vittoria Fiore



La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. L’ Expo 2015 di Milano è stata una solenne presa per i fondelli. I milanesi non ne hanno beneficiato per nulla, viceversa gli amici degli amici banchieri sì ! Roma non farti prendere per il culo dal ghetto (!) dei ricchi a spese altrui !

Commenta