Il Primato Nazionale mensile in edicola

Reggio Emilia, 2 lug – Anche se gli esponenti e i sostenitori del Partito Democratico adesso sembrano essere più concentrati sulle vicende relative alla Sea Watch, c’è un vero e proprio scandalo che vede coinvolto un suo esponente il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti: l’inchiesta si chiama Angeli e demoni e, come è noto, tratta di abusi sessuali su bambini, mandati in affido a famiglie di violenti (meglio se in “quota” Lgbt) e strappati ai nuclei di appartenenza con un sistema di bugie atroce. E adesso, anche l’Anpi arriva ad esprimere “vicinanza e solidarietà” a Carletti.

Dopo il Pd, arriva la solidarietà dell’Anpi

Davanti a queste accuse, in primis il Partito Democratico di Bibbiano ha pensato di scrivere una lunga lettera di solidarietà al sindaco Andrea Carletti. Nella lunga missiva, firmata a nome di tutto il Circolo di Bibbiano, molti sono gli elogi spesi per l’ex primo cittadino ma per le vittime di questa vicenda non c’è neanche una sillaba. Oggi, puntuale come una cambiale, arriva la solidarietà del Comitato Direttivo della Sezione Anpi di Bibbiano. “Sollecitato anche da numerosi iscritti” si legge nel comunicato, pubblicato dal sito di news 24 Emilia “ha deciso di esprimere e rendere pubblica la propria solidarietà e vicinanza al Sindaco Andrea Carletti in questo momento difficile per lui e per la nostra comunità”. Avete letto qualcosa, nel comunicato dell’Anpi, che menziona i bambini torturati con scariche elettriche per “confessare” abusi subiti dai genitori? No. Perché non c’è nulla su di loro e sulle loro famiglie.

“Anni di collaborazione con l’Anpi”

“Questa espressione di sostegno deriva da anni di collaborazione con Andrea Carletti, prima come Assessore e poi come Sindaco avendo sempre visto e apprezzato il suo impegno, in particolare verso la scuola e i giovani, nell’affermare e diffondere i valori della legalità e per “non dimenticare””. L’Anpi non spende nessuna parola per le vittime del sistema di affidi irregolari su cui Carletti avrebbe dovuto vigilare. “Avendo piena fiducia nella magistratura” si legge ancora nel comunicato dell’Anpi di Bibbiano “siamo fiduciosi che in tempi rapidi al nostro Sindaco verrà riconosciuto di aver sempre svolto la sua attività di amministratore pubblico “con disciplina ed onore” come indica l’art. 54 della Costituzione”. Insomma, tante belle parole per Carletti e, come per il comunicato del Pd, nemmeno una parola per le vittime accertate: sul sito ufficiale dell’Anpi di Reggio Emilia si leggono numerosi appelli ai cittadini per la sconfitta dei “nazionalismi, fascismi e nazismi”, ma non solo, l’Anpi si spinge più in là: “vogliamo un’Europa contraria a qualsiasi forma di discriminazione, che garantisca asilo ai rifugiati ed il rispetto dei diritti di tutti, in particolare delle donne e dei fanciulli“. Insomma, per l’Anpi prima i bambini – salvo che gli orchi non vengano dallo schieramento dei “buoni”, ovvio.

Ilaria Paoletti

4 Commenti

Commenta