Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 gen – “Non c’è solo Conte. Di Maio premier? Non poniamo veti“: così Teresa Bellanova fa presente che Italia Viva è pronta a tornare nella maggioranza, anche con un grillino a capo del governo. Insomma, per i renziani il problema alla fine è solo Conte, parrebbe di capire. E viceversa, sia chiaro. Il premier dimissionario infatti sta cercando di evitare fino all’ultimo (un po’ come ha fatto con il passaggio obbligato al Colle) di riaprire a Renzi.



Bellanova: “Ci interessa come si affronta la crisi. Il programma, non gli uomini”

“Noi non poniamo veti su Conte e non subiamo veti da nessuno ma sicuramente non c’è solo Conte. Quello che ci interessa è come si affronta la crisi. Non discutiamo gli uomini, discutiamo prima dell’impianto programmatico“, spiega l’ex ministro per l’Agricoltura a Tgcom24. E per meglio chiarire il concetto sul fatto che per i renziani non esistano veti di sorta, la Bellanova spiega che il suo partito non ha pregiudizi neppure di fronte ad un’ipotesi Di Maio premier.

Zingaretti: “A Mattarella proporremo il nome di Conte”

Intanto, dal canto suo, il segretario del Pd Nicola Zingaretti torna a condannare lo strappo di Renzi. L’apertura della crisi da parte di Iv è stata “irresponsabile” e anche “un grave errore politico”, che ha interrotto il processo di rilancio dell’azione di governo. Il leader dem intervenendo alla direzione del partito ribadisce che “Conte rappresenta un punto di equilibrio in questo Parlamento”. Parole che confermano la posizione espressa da altri esponenti dem nel corso della giornata, ossia che salvo accordi dell’ultima ora quello del premier dimissionario sarà il nome che per primo verrà fatto alle consultazioni al Quirinale. La delegazione del Pd è attesa da Mattarella alle 18.30 di giovedì (qui il calendario).

Marcucci: “Ben venga la riapertura del dialogo tra Conte e Renzi”

Intanto il presidente dei senatori dem Andrea Marcucci apre a Iv: “Ben venga la riapertura del dialogo tra Conte e Renzi su patti chiari“. Alla domanda se Marcucci sappia se si è riaperto il dialogo fra il premier dimissionario e il leader di Iv, il senatore ha risposto: “Non lo so, però credo che se ci sarà, come auspico, un re-incarico a Conte, ci sarà un confronto con tutte le forze politiche“. I dem auspicano che il premier dimissionario riapra la porta a Renzi perché il gruppo degli Europeisti nato al Senato non basta ai giallofucsia per arrivare a quota 161 voti.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta