Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 mar – Un’azione simbolica che portò poi al sequestro di tonnellate di materiale contraffatto, cibo avariato e con insetti, merce di dubbia provenienza. Dunque un’azione indubbiamente efficace, che nonostante il solito piagnisteo mediatico da parte degli strilloni buonisti, non aveva in sé nulla di violento e molto di politico. Eppure Luca Marsella, consigliere di CasaPound a Ostia, è stato interrogato e denunciato proprio per aver promosso e guidato quel blitz di contrasto agli abusivi stranieri e al racket che si nasconde dietro attività illegali che dovrebbero essere puntualmente stroncate sul nascere dalle autorità e invece proliferano indisturbate.



L’accusa mossa a Marsella, che appare davvero grottesca, è di violenza privata aggravata e per futili motivi. “Si colpisce un consigliere eletto col 9% che vuole smascherare tutto questo e difendere i commercianti italiani tartassati da tasse e multe che denunciano continuamente l’abusivismo commerciale – afferma Marsella – e allo stesso tempo si permette ad un immigrato spacciatore già arrestato di girare libero per le nostre strade ed uccidere famiglie”.

Black Brain

Il consigliere di CasaPound passa poi al contrattacco: “E’ evidente che questa indagine sia frutto soltanto delle polemiche politiche e delle fake news degli avversari politici di CasaPound. Dalla Raggi e dal Pd vengono le accuse di violenze e minacce mai avvenute, come testimoniano i video di un’azione che resta legittima e sacrosanta, considerando che è stata messa in atto da un’istituzione. Lo so che è incomprensibile per loro che non sono abituati ad alzarsi dalle poltrone, ma ci sono consiglieri e consiglieri”.

Marsella però è deciso ad andare fino in fondo, difendendo le sue scelte e mostrandosi fiducioso: “Questa è la giustizia in Italia, per quel che mi riguarda possono anche condannarmi, ma non farmi tacere. Sono sicuro però che questa vicenda verrà archiviata: l’accusa di violenza privata aggravata è destinata a cadere”.

Alessandro Della Guglia

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Le solite e tipiche porcate piddino-comuniste, spalleggiate da una magistratura politicizzata sinistrorsa,lontana e marziana,odiata dal popolo e senza vergogna………per cui si accusa un patriota che agisce contro l’illegalità e si tutelano i negroidi africani tribali che fanno scempio del nostro sistema commerciale……….che penoso schifo……..forza e coraggio CP, i vigliacchi sinistri ci vorrebbero tutti appesi a testa in giù, ma il paese ha compreso le ignobili menzogne sinistre ……. ci dovrete ammazzare per farci tacere .

  2. qualunque azione di buon senso ed a difesa dei cittadini , quelli che sudano e pagano questa cricca di politici ladri e mafiosi con tasse e balzelli vari,se non sono iscritti al PD e vogliono il vero rispetto della legalità, sono i veri nemici , da combattere e denunciare , e mi pare giusto…Duce torna se puoi perche’ questi son peggio dei tuoi

Commenta