Roma, 8 mag – Paura e caos in pieno centro a Roma, dove un bus dell’Atac ha preso fuoco ed è esploso in via Del Tritone, a pochi passi da Montecitorio. Sebbene i passeggeri si siano tutti salvati, ci sarebbe almeno un ferito: una ragazza, forse una commessa, che si trovava in uno dei tre negozi di fronte all’autobus seriamente danneggiati dall’esplosione.
Più boati, dovuti all’esplosione dei pneumatici, hanno fatto tremare le finestre della zona. Sul posto tre squadre dei vigili del fuoco che hanno spento le fiamme. Una densa colonna di fumo si è alzata in cielo ed è visibile da ogni parte di Roma. Le autorità hanno avvisato tutti i residenti della zona di tenere chiuse le finestre per i fumi tossici rilasciati nell’incendio.
Non sono ancora chiare le cause dell’incendio, che potrebbe essere iniziato con una perdita d’olio nella parte posteriore del mezzo di trasporto.

L’incidente si è verificato questa mattina poco dopo le 10. Solo la prontezza del conducente, che ha fatto scendere tutti i passeggeri, ha evitato il peggio. A nulla sono serviti i primi tentativi di spegnimento con l’estintore da parte dell’autista: le fiamme in breve tempo hanno divorato la parte posteriore del bus, che fa parte della flotta della rimessa di Portonaccio.
Inevitabile il caos: il traffico è stato chiuso in via del Corso da Largo Chigi a Piazza Venezia in direzione Colosseo e in via del Tritone da Largo Chigi a via del Traforo. La circolazione è fortemente rallentata su piazza Venezia e piazza Barberini.
Dall’inizio dell’anno è il nono bus ad andare a fuoco a Roma. Quasi due al mese.
Atac ha annunciato di avere aperto un’indagine “per accertare le ragione dell’incendio che si è sviluppato a bordo” del bus della linea 63.
Una curiosità: sul posto c’era anche il ministro dell’Interno Minniti che passava non distante da dove si è verificato il violento incendio.


Il video dell’incendio dell’Agenzia Vista: cliccare qui.

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here