Il Primato Nazionale mensile in edicola

Genova, 5 mag – Ieri, come ogni anni, si è tenuta presso i giardini di Piazza Verdi, a Genova, la cerimonia in ricordo di Ugo Venturini. Operaio missino, Venturini fu ucciso nell’aprile del 1970 mentre partecipava ad un comizio di Giorgio Almirante.

La manifestazione e la deposizione della corona di fiori

Venturini perse la vita dopo essere stato colpito da una bottiglia in testa da alcuni estremisti di sinistra durante dei momenti di tensione attorno  ad un comizio elettorale dell’allora segretario dell’Movimento sociale italiano Giorgio Almirante. La manifestazione in su ricordo, a cui ha partecipato CasaPound con la presenza di Gianluca Iannone e numerosi militanti, è terminata con la  deposizione di una corona e nel rito del presente.

La contromanifestazione antifascista e l’oltraggio a Venturini

Nonostante il tentativo, da parte di un corteo dei centri sociali, di interrompere la pacifica e composta commemorazione, la manifestazione è andata avanti come previsto, nel ricordo di Venturini. Gianni Plinio di CasaPound dichiara: “È confortante a distanza di 49 anni dal tragico avvenimento, constatare che a ricordare il sacrificio di Ugo vi fossero moltissimi giovani. La memoria di Ugo Venturini continua a vivere tra i genovesi che reputano giusto e doveroso rendergli omaggio”. Tuttavia, il comportamento degli antifascisti non si smentisce mai: la corona dei fiori realizzata per Ugo Venturini in seguito alla manifestazione è stata rimossa, gettata in un vespasiano e ricoperta di feci. Questa è l’ennesima dimostrazione, qualora non fosse ben chiaro, dell’onore e del rispetto per i morti che questi ribelli coccolati e protetti dal sistema provato nei confronti dei morti, di chi non si può difendere – solo in base al loro cieco odio.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. La porcilaia degli antifascisti prima o poi pagherà tutto, sono solo degli infami di merda! Vili e lerci come i loro antenati! W Ugo Venturini e tutti i Camerati caduti per mano del Capitale usurocratico e dei suoi servi marxisti!!

  2. …cercano rogna..la rogna che i loro ” intellettuali” ideologicii iniettano…”pensatori” con la rogna fin dentro le ossa e nel cervello putrefatto..

  3. L’oltraggio ai morti sta diventando un tratto caratteristico della “sinistra” attuale, evidentemente composta da infami e carogne.
    I vecchi compagni del PCI – che la guerra l’avevano fatta sul serio – non si sarebbero mai abbassati a gesti del genere: queste sono azioni vili, tipiche dei figli di papà in totale franchigia… La stessa gente che negli anni ’70 sparava alle spalle, salvo poi “pentirsi” mezz’ora dopo l’arresto.

Commenta