Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 ago – Oscar Camps, il bagnino fondatore della ONG spagnola Proactiva Open Arms con un passato decisamente non “umanitario”1, ha rilasciato un’intervista a Sandro Veronesi per il Corriere della Sera2Piccola parentesi: Veronesi avrebbe dovuto imbarcarsi a bordo della Open Arms per una nuova missione davanti alla Libia, ma la ONG spagnola è ancora bloccata a Barcellona in attesa degli esiti dell’ispezione fatta dalla Capitaneria di Porto di Algeciras il 10 agosto scorso. Il 9 luglio, Sandro Veronesi, attraverso una lettera pubblicata sul Corriere, aveva chiesto a Roberto Saviano di mettere i loro “corpi sulle navi che salvano i migranti3.

Dopo l’ambigua risposta del tuttologo a Veronesi su La Repubblica4 dove il primo cerca di spostare l’attenzione su altre priorità, il riscontro certo è oggi arrivato: Saviano ha declinato definitivamente l’invito.

Meglio fare gli “umanitari” da New York.

Un consiglio agli intellettuali con le magliette rosse: la prossima volta, per evitare figure barbine, mettetevi d’accordo in privato.

Torniamo a Oscar Camps. Nell’intervista, commentando le intenzioni del Ministro Matteo Salvini di implementare una Operation Sovereign Borders come in Australia, dichiara: “Gli australiani lasciano affogare la gente, ecco come funziona. Non hanno nessun rispetto per i diritti umani. Il programma è far sì che ci siano più morti possibile. Più morti, meno barconi in mare. Questo è il sistema australiano, ma anche il sistema di Frontex, o quello dell’accordo Italia-Libia”.

I dati australiani smentiscono Camps: da quando è partita l’Operation Sovereign Borders le morti in mare si sono azzerate, come avevamo già documentato in un precedente articolo5.

E come i dati di UNHCR spiegano seppur non intenzionalmente, le morti in mare sono aumentate con la discesa in campo delle ONG davanti alla Libia, a causa del pull factor da queste generato.

Ma sappiamo ormai che il business della tratta non legge i dati, preferendo la retorica dei porti aperti all’immigrazione irregolare anche a scapito dei veri rifugiati.

Oscar Camps parla anche dei finanziatori della sua organizzazione.

Per il 90%, i donatori sono privati, e tra questi troviamo: Pep Guardiola (che ha donato 150.000 euro per la ristrutturazione di Open Arms), alcuni calciatori del Manchester City, Xavi, Marc Gasol, la fondazione del Barcellona Calcio, Javier Bardem e Penelope Cruz.

Camps ha chiesto anche un aiuto economico a George Soros, ma gli è stato negato.

Però c’è molto di Open Society Foundations in Proactiva Open Arms e lo dichiara ingenuamente lo stesso Camps nell’intervista al Corriere: “Dopo un po’ arrivò (quando operavano solo in Grecia) il coordinatore di Human Right Watch, Peter Bouckaert. (…) Quando seppe che eravamo dei semplici volontari fu lui a dirci che dovevamo creare una ONG, con i permessi e tutto quello che avevo proposto all’inizio senza ricevere risposta. Lo stesso Bouckaert ci aiutò nel crowdfunding, procurandoci le prime donazioni dagli Stati Uniti”.

Ricordo che Human Right Watch è il “braccio umanitario” della Open Society Foundations e da questa massicciamente finanziata6. Nel 2011, Soros ha annunciato che avrebbe finanziato questa ONG con 100 milioni di dollari per 10 anni7. 

Solo qualche giorno fa, Oscar Camps aveva dato del “buffone” al Ministro Salvini, in merito al caso della nave Diciotti8.

Dopo aver rilasciato questa intervista infarcita di fake news e di ingenue dichiarazioni, vorremmo chiedere a Oscar Camps: “chi è il buffone ora?”.

Francesca Totolo

1 Oscar Camps, il “salva-naufraghi” di Proactiva Open Arms era uno “schiavista”. Ecco le prove: https://www.ilprimatonazionale.it/approfondimenti/oscar-camps-il-salva-naufraghi-di-proactiva-open-arms-era-uno-schiavista-ecco-le-prove-91606/
2 Sandro Veronesi e il colloquio con il fondatore di Open Arms: «Così l’Ue alimenta i populisti»: https://www.corriere.it/politica/18_agosto_26/fondatore-open-arms-siamo-e81af3b0-a8a7-11e8-a941-3e0c2a4df45f.shtml#
5 Ecco perché fermare la rotta migratoria verso l’Europa è l’unica vera soluzione umanitaria: il caso Australia: https://www.ilprimatonazionale.it/primo-piano/ecco-perche-fermare-la-rotta-migratoria-verso-leuropa-e-lunica-vera-soluzione-umanitaria-il-caso-australia-88728/
6 Human Rights Watch, Partners: https://www.hrw.org/about/partners
7 George Soros to Give $100 million to Human Rights Watch: https://www.hrw.org/news/2010/09/07/george-soros-give-100-million-human-rights-watch
8 L’Ong Open Arms insulta Salvini: “Buffone”: https://twitter.com/openarms_fund

3 Commenti

  1. Che gente ripugnante!
    Falsi e ipocriti che si nascondono dietro una facciata buonista che accusa di razzismo chi è contrario a questa invasione.

  2. Sta gente filantropa che si indigna, si straccia le vesti per qualche decina di clandestini paganti imbarcati su barconi di fortuna in attesa di esser ”salvati on demand” per entrare in europa, dovrebbero attivarsi per i 15000 bambini che muoiono di fame ogni giorno… per questi nemmeno un post, tanto sono invisibili, non sono utili alle loro logiche politiche o pecuniarie.

Commenta