Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 24 ago – Indagano per sequestro di persona il ministro dell’Interno Matteo Salvini e fanno sbarcare tutti i clandestini nel molo di Levante del porto di Catania. I 137 immigrati della nave Diciotti sono stati presi in consegna dal personale della Croce Rossa italiana dopo cinque giorni trascorsi sul pattugliatore della guardia costiera. I clandestini sono stati identificati e trasferiti con dei bus nell’hot-spot di Messina in attesa della successiva distribuzione: se ne faranno carico Chiesa, Albania e Irlanda. La Chiesa italiana ne accoglierà temporaneamente circa un centinaio tramite le varie associazioni di cui dispone, a partire dalla Caritas, mentre Albania e Irlanda ne prenderanno una ventina ciascuno.
Già nel pomeriggio di ieri erano stati fatti sbarcare 13 clandestini per motivi sanitari, adesso la gran parte dei 137 verranno ospitati dalla  “dai vescovi che hanno aperto le porte, i cuori e il portafoglio”, ha commentato il vicepremier Salvini. “Alcuni immigrati vanno in Albania – ha spiegato poi il ministro dell’Interno – il governo albanese si è dimostrato migliore di quello francese. E io dico grazie agli albanesi e vergogna ai francesi. La restante parte dei migranti andrà in uno-due altri Paesi ma la maggioranza, e ci ho lavorato personalmente mentre gli altri insultavano, sarà ospitata a cura dei vescovi della Chiesa italiana”. Il governo italiano ha quindi ottenuto un sostegno da parte di altri Stati, fino a due giorni fa inaspettato. Ma dopo il lungo braccio di ferro con l’Ue alla fine i clandestini sono sbarcati a Catania e Salvini adesso viene indagato dalla Procura di Agrigento.
Alessandro Della Guglia

2 Commenti

  1. Scusate, e chi lo dice che poi la Chiesa italiana non li accolla definitivamente all’Italia?
    Ma che razza di Chiesa cattolica è quella che accoglie a braccia aperte mulmani africani senza arte e nè parte?
    Tutto sto casino e alla fine Salvini ha ceduto, male, molto male, perché la Guardia Costiera a breve gli farà uno scherzetto ancora più grosso e poi ancora un altro e un altro ancora fino a quando il governo non cade, insomma, faranno di tutto per rendere la vita difficile al governo M5S- Lega che finora ha dimostrato non una fermezza pari a quella promessa in campagna elettorale, certo meglio loro che i piddioti ma non è che ci voglia molto a essere migliori dei peggiori traditori della Patria come i piddioti!!
    Cordiali saluti.
    Fabrice

Commenta