Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 ago — Pete Parada, batterista del gruppo pop-punk californiano Offspring, ha dichiarato di essere stato estromesso dalla band dopo essersi rifiutato vaccinarsi contro il Covid-19. Decisamente «i ragazzi non stanno bene», per parafrasare una loro vecchia hit: Parada non è un incallito no vax e la sua decisione arriva su consiglio medico. Il musicista soffre della sindrome di Guillain-Barrè, una malattia del sistema nervoso, e «per molte persone come me i rischi del vaccino sono maggiori dei benefici».



Gli Offspring cacciano il batterista 

In un post su Instagram , Parada ha dichiarato: «Siccome non sono più in grado di ottemperare a quello che sembra sempre più un obbligo imposto dall’industria musicale, è stato deciso che non è sicuro che sia in giro e vada in studio con la band», spiega. «Voglio condividere la mia storia per far sentire meno solo chi sta sperimentando lo stesso tormento e il medesimo senso di isolamento derivante dall’essere messo da parte». Il batterista ha aggiunto di non avercela con il resto degli Offspring: «Nessun sentimento negativo nei confronti della mia band. Loro stanno facendo ciò che credono sia meglio per loro, e io faccio lo stesso». Ha poi concluso: «Non trovo etico o saggio permettere a chi ha più potere (governo, corporazioni, organizzazioni, datori di lavoro) di imporre procedure mediche a chi ha meno potere».

Ma Parada è in buona compagnia

Secondo quanto riportato dal Guardian, gli Offspring non hanno commentato la dichiarazione di Parada. Il musicista suonava con il gruppo dal 2007 e il suo nome compare nei quattro album più recenti della band. Parada è comunque in buona compagnia: prima di lui altri illustri cantanti e musicisti hanno rifiutato la salvifica iniezione. Parliamo di Ian Brown, Richard Ashcroft, Van Morrison e Noel Gallagher, che hanno esternato le loro perplessità sul grado di sicurezza del siero e criticato aspramente l’obbligo di esibire il passaporto vaccinale per assistere ai concerti. In particolar modo Eric Clapton, che è vaccinato ma si è pronunciato contro l’imposizione del Green pass, ha dichiarato che non suonerà dove verrà richiesto ai partecipanti di esibire la prova della vaccinazione.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Non ascolterò più un pezzo loro..
    Per fortuna questa band mi ha sempre fatto schifo, quindi non devo fare poi tutta questa fatica.
    P.s: Grande Eric Clapton. L’intervista su Rumble nella quale parla dell’argomento vaccinazione-imposizioni-emarginazione verso chi non è allineato è stupendo.

Commenta