Il Primato Nazionale mensile in edicola

Napoli, 4 ago – Si trattasse solo di calcio, parleremmo di un gran colpo di mercato. E forse non siamo neanche troppo lontani dal vero. In vista delle elezioni comunali di Napoli, il centrodestra si è aggiudicato una candidatura molto pesante: quella di Hugo Maradona, fratello del più noto Diego. E il nome Maradona, a Napoli, non è mai banale. Hugo sarà il capolista di «Napoli Capitale», lista fondata da Enzo Rivellini in sostegno al candidato sindaco di centrodestra, Catello Maresca.



Il grande amore per Napoli

«Da tempo sono impegnato a sostegno di bambini e ragazzi. Vorrei proseguire in questa direzione e soprattutto vorrei provare a garantire loro l’accesso allo sport», ha dichiarato il fratello di Maradona presentando la sua candidatura. Hugo, infatti, è stato anche lui calciatore: fu acquistato dal Napoli nel 1987 su pressioni di Diego, per poi essere girato in prestito all’Ascoli, dove collezionò 13 presenze. Attaccati gli scarpini al chiodo, Hugo è tornato a Napoli, che per lui è una seconda casa, dedicandosi all’allenamento di bambini e ragazzi. Nel 2016 è convolato a nozze con la napoletana Paola Morra, tanto da aver chiesto la cittadinanza italiana, che al momento non gli è ancora stata concessa: «Domani andremo a presentare un’istanza al prefetto», ha rassicurato Rivellini.

Black Brain

Il fratello di Maradona si schiera a destra

Certo, fa strano che un Maradona si schieri a destra, dato che erano ben note le simpatie di Diego per la sinistra, e soprattutto la sua amicizia personale con Fidel Castro. «Io sono Hugo e Diego era Diego, ognuno col suo pensiero e con le sue posizioni», spiega il fratello di Maradona in un’intervista alla Stampa. «Mi hanno detto che c’è la possibilità di continuare a fare quello che faccio da anni, cioè aiutare i bambini e il calcio, tutto qua. Io non sono un politico e non voglio fare il politico. Voglio fare qualcosa per i tanti ragazzi in difficoltà. In troppi qui hanno poche alternative alla strada», taglia corto Hugo.

La sinistra va in tilt

La mossa del centrodestra ha ovviamente spiazzato la sinistra, che non ha preso bene la candidatura del fratello di Maradona in una lista avversaria. Di certo, non l’ha presa bene Sandro Ruotolo, ex giornalista di Santoro e oggi senatore nel Gruppo misto (era stato eletto con Leu). Postando una foto su Facebook, Ruotolo l’ha così descritta: «Uno è Catello Maresca, il candidato sindaco di Napoli della destra di Salvini, Meloni e Berlusconi. L’altro è Hugo, uno dei fratelli di Diego Maradona, che si è candidato con Maresca. “Io sono sinistro, tutto sinistro: di piede, di fede e di cervello”. Lo diceva Maradona, quello vero. Giù le mani da Maradona, quello vero». Anche Hugo, però, è vero ed è molto stimato in città. Una città in cui il calcio è religione e dove la sinistra ha candidato a sindaco Gaetano Manfredi, di fede juventina. Un vero autogol.

Leggi anche: All Blacks da brividi: strepitosa Haka dedicata a Maradona (Video)

Ad ogni modo, a chi lo accusa di sfruttare il nome di Maradona, Rivellini risponde: «Hugo si candida in una competizione con le preferenze e quindi, se i napoletani lo vorranno, lo voteranno. Il suo desiderio è continuare ad aiutare i ragazzi di Napoli dall’interno delle istituzioni». Con o senza il permesso di Ruotolo.

Gabriele Costa

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. C’è o ci dovrebbe essere, un limite alla serietà della politica e dei candidati, è una questione di competenza, amministrare una città di milioni di persone non può essere presa così alla leggera, il centrodestra è sveglio? toc toc c’è qualcuno? se è questo il modo per contrastare la sinistra, vera e unica macchina da guerra e sistema di potere collaudato preparato e pronto a tutto, anche a rinnegare la propria ideologia, vendere popolo e futuro per perpetuare il suo potere, se è questo il modo, meglio astenersi in un rigoroso silenzio.

Commenta