Il Primato Nazionale mensile in edicola

Ginevra, 16 feb – Buone notizie sul fronte della pandemia: il numero dei casi di contagio da coronavirus a livello globale si è quasi dimezzato. Lo ha reso noto su Twitter il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus. Il tasso di contagio è diminuito per la quinta settimana consecutiva. Mentre dall’inizio dell’anno il bilancio settimanale delle infezioni si è ridotto quasi della metà. I contagi settimanali, ha precisato il numero uno dell’Oms, sono passati da oltre cinque milioni nel periodo 4-10 gennaio a 2,6 milioni nel periodo 8-14 febbraio.

Tedros: “Semplici misure di salute pubblica funzionano anche contro le varianti”

Per quanto riguarda i casi di coronavirus dimezzati, Tedros spiega che il dato “dimostra che semplici misure di salute pubblica funzionano contro il Covid-19, anche in presenza delle varianti. Ciò che conta adesso è come rispondiamo a questo trend. L’incendio non è domato, ma abbiamo ridotto le sue dimensioni. Se smettiamo di combatterlo su qualsiasi fronte, ritornerà ruggendo”, commenta il numero uno dell’Oms in un tweet successivo.

Via libera Oms alla distribuzione del vaccino AstraZeneca in Africa

Intanto sul fronte della lotta alla pandemia (esplosa come sappiamo a Wuhan in Cina), l’Oms ha approvato per l’uso di emergenza e messo a disposizione dello strumento Covax per la distribuzione in Africa e nei Paesi in via di sviluppo due vaccini. Si tratta di due versioni del vaccino prodotto dalla multinazionale anglo-svedese AstraZeneca e dalla Università di Oxford. I farmaci che hanno ricevuto l’ok dell’organismo Onu sono quello prodotto da AstraZeneca con la compagnia sudcoreana SkBio e quello realizzato dall’azienda indiana Serum Institute.

Ecco perché questo vaccino è più sostenibile per i Paesi in via di sviluppo

Il vaccino ha dimostrato di avere un’efficacia stimata di poco superiore al 63 per cento ed è ritenuto più sostenibile per i Paesi in via di sviluppo perché non necessita di particolari condizioni per la conservazione. Al contrario della maggioranza degli altri farmaci contro il Covid-19 approvati finora. La direttrice generale aggiunta dell’Oms, Mariangela Simao, ha evidenziato che con l’approvazione “i Paesi che non hanno avuto accesso ai vaccini fino a oggi potranno iniziare a vaccinare il loro personale sanitario e le fasce di popolazione a rischio”. Tuttavia, il Sudafrica ha di recente sospeso il suo programma di immunizzazione con il vaccino Oxford-AstraZeneca dopo che uno studio dell’Università di Johannesburg ne ha dimostrato la scarsa efficacia per una variante del virus diffusa nel Paese.

Ludovica Colli

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta