Melbourne, 2 dic — Orrore a Melbourne, in Australia dove un uomo si è dato fuoco per protestare contro gli obblighi vaccinali di fronte a un folto gruppo di testimoni. 

Australia, uomo si dà fuoco per protestare contro il pass sanitario

Erano le 20 circa di sabato 1° gennaio quando il protagonista dell’agghiacciante episodio si è dato alle fiamme, cospargendosi prima di benzina, mentre si trovava seduto nella propria autovettura parcheggiata nei pressi della Chiesa di Saint Raimond. L’uomo è emerso dall’autoveicolo completamente avvolto da fuoco, urlando in modo straziante alcune frasi contro gli obblighi vaccinali e il pass sanitario imposti nello Stato di Victoria. Gli agenti di polizia e i vigili del fuoco sono intervenuti quasi subito, cercando di spegnere le fiamme con gli idranti, in un tentativo disperato di calmare le fiamme prima di immobilizzarlo e organizzare il trasporto in ambulanza. È stato quindi trasportato in ambulanza e portato d’urgenza in ospedale. 

In fin di vita

L’aspirante suicida ha riportato ustioni di terzo grado su gran parte del proprio corpo e per questo motivo le sue speranze di vita sono bassissime. Un testimone che ha avuto un contatto ravvicinato con l’uomo mentre questi stava bruciando ha riferito di avere visto la carne andare letteralmente a fuoco. Un’altra testimone, Lydia O’Connor, stava cenando in un ristorante nei pressi della scena quando ha udito le urla dell’uomo. «Stava urlando contro i passaporto vaccinale. Gridava “no vax ID”». La polizia ha isolato l’area vicino all’incrocio tra Church e Swan Street e ha intimato ai residenti della zona di rimanere in casa. Altri testimoni hanno raccontato di aver inizialmente visto del fumo nero fuoriuscire dal veicolo prima che l’uomo balzasse fuori avvolto dalle fiamme. 

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

Commenta