Roma, 30 mar – Dopo le tragedie aeree del Boeing 737 Max in Etiopia e Indonesia, l’emergenza arriva anche in Italia. Si tratta di un 737 della compagnia low cost Ryanair su cui viaggiavano 170 passeggeri.

L’allarme è stato lanciato dal pilota quando era in fase di atterraggio a Treviso: da uno dei motori usciva del fumo e dalla cabina è partito il messaggio di Sos. Il velivolo – partito da Napoli – ha però toccato il suolo regolarmente alle 7,54 grazie all’esperienza del pilota, assistito nelle operazioni dalla torre di controllo dell’aeroporto Canova. Il fumo pare fosse causato da una perdita d’olio dalla turbina, come accertato dai vigili del fuoco in pista. Illese tutte le persone a bordo, ma il Boeing non ha potuto riprendere il volo in direzione del capoluogo campano.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta