Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 lug – Beppe Grillo è intervenuto ad un incontro della Novamont, una azienda chimica italiana. attiva nel settore delle bioplastiche. Qui qualcuno della stampa deve avergli chiesto un parere sulla disastrosa situazione dei rifiuti a Roma, ma lui non l’ha presa bene, visto che la Capitale è ancora nelle mani pentastellate di Virginia Raggi.

“Roma deve avere un corridoio fiscale”

“Siete i responsabili veri del degrado mentale, di pensiero di questo Paese” queste sono le parole che Grillo ha usato per rispondere ai giornalisti che gli chiedevano un pensiero su Roma, ormai invasa dall’immondizia da giorni e giorni. “La Capitale d’Italia, la più bella città del mondo deve avere un corridoio fiscale, come Madrid e Londra” insiste Grillo. Roma, secondo il comico genovese, non può “affondare nel debito che è stato rilevato, non l’abbiamo creato”. E ha una ricetta molto facile: “ogni municipio di Roma deve essere un piccolo comune e deve avere le risorse per gestire il proprio spazio”.

E il M5S è “biodegradabile”

E, a proposito di smaltimento dei rifiuti, qualcuno (sempre un temutissimo nemico della stampa)  gli domanda se il M5S si sta biodegradando, alla luce delle recenti defezioni in seno al partito. Grillo risponde: “E’ un processo inevitabile per qualsiasi cosa. Tutto si biodegrada. Nulla si crea, nulla si distrugge e tutto si trasforma in qualcos’altro, ecco perché anche il Movimento è dall’origine biodegradante”. Bellissime parole, ma poco pregnanti sulla situazione critica che sta vivendo il partito  che ha contribuito a fondare. “E’ la biodegradazione del pensiero che mi preoccupa di più”, aggiunge Grillo. E da questo punto di vista, tra le assurde priorità della Raggi, le gaffe di Toninelli e quelle di Di Maio, il Movimento Cinque Stelle si dimostra davvero rispettoso dell’ambiente.

Ilaria Paoletti

3 Commenti

Commenta