Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 ott – Roma è Roma: sempre e comunque. E, come diceva Goethe: “Roma è la capitale del mondo! In questo luogo si riallaccia l’intera storia del mondo, e io conto di essere nato una seconda volta, d’essere davvero risorto, il giorno in cui ho messo piede a Roma. Le sue bellezze mi hanno sollevato poco a poco fino alla loro altezza”.
Però questa meraviglia, il cui nome letto al contrario è “Amor” (inequivocabilmente “amore”) non è affatto trattata come merita. Dopo due anni di Virginia Raggi a capo della Giunta capitolina, i romani bocciano perentoriamente il suo operato. Voti bassi: anzi, bassissimi. È questo, quanto emerge dall’indagine dell’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali di Roma Capitale. Da poco presentata in Campidoglio, con l’Indagine sulla qualità della vita e dei servizi pubblici locali 2018 gli abitanti della Capitale sono stati chiamati ad esprimersi riguardo i servizi pubblici offerti. Autobus e tram incassano un 4,4. Altro Tema spinoso: la raccolta dei rifiuti non raggiunge neppure voto 4 (3,8 per l’esattezza). Idem la pulizia delle strade: un 3,5 e nulla più. Apprezzate invece iniziative culturali, farmacie comunali, servizio idrico, che però non basta a risollevare le sorti della Ragsi: il voto complessivo assegnato dai romani alla qualità della vita nell’Urbe si assesta su di un insufficiente 5,3. Valutazione decisamente da rivedere: per gli abitanti (in primis) e per i turisti che adorano e (ci mancherebbe altro) rispettano Roma.
“CO-RAGGI-O”, lo slogan imperante del pentastellato sindaco: in campagna elettorale, grandi proclami e promesse non mantenute. A quanto pare, di “coraggio”, ne serve tuttora. E tanto. Virginia Raggi, quindi, bocciata.
Chiara Soldani

7 Commenti

  1. Ho 79 anni nato e vivo a Roma la città non è mai stata così sporca e nel completo abbandono come adesso. Il declino è iniziato da Alemanno e con la Raggi ha raggiunto il top mi sembra davvero di vivere a Calcutta.

  2. La sindaca Raggi non e’ in grado di governare la citta’ eterna, durante il suo mandato non ha risolto neanche un problema dei tanti che affliggono questa citta’, anzi ha peggiorato le condixioni di vita dei cittadini, a mio avviso si dovrebbe dimettere.

  3. Mi dispiace contraddire chi sostiene che l’onestà della Raggi deve bastare ai cittadini romani….io vivo a Roma Sud…..marciapiedi impraticabili fra erbacce escrementi di cani e buche…..spero non mi si dica che “in periferia è cosi”. Pago le tasse e ho diritto a servizi efficienti , non mi basta l’onestà.

  4. La mediocrità di questa giunta è sotto gli occhi di tutti c’è ne sono state di giunte vergognosa sia a destra che a sinistra ma di questa ricordo soltanto l’immobilismo e tanta superbia in due anni si sono sentiti solo proclami e niente altro è per di più a questi 5 stelle nn gli si può dire nulla perché sembrano i soli garanti di onesta giustizia ecc

  5. Quando il resto degli apparati, vedi ” burocrati ” continuano a remare contro, ci vorrà molto più tempo per rimettere le cose a posto. Mi ricordo un servizio de la 7, poco prima di Natale 2018, dove veniva evidenziato lo sfratto di una nonnina dopo sette anni di inerzia…Cui Prodest ?

Commenta