Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 18 set – Prosegue la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Da domenica negli Usa sarà vietato scaricare TikTok e WeChat, di proprietà dei gruppi cinesi ByteDance e Tencent. Il Dipartimento del Commercio statunitense ha annunciato la messa al bando del download delle due app per ragioni di sicurezza nazionale. Sarà vietata la distribuzione di TikTok o WeChat nonché di eventuali aggiornamenti e relativi codici tramite gli app store per dispositivi mobili. A tutte le aziende statunitensi sarà proibito trasferire fondi, processare pagamenti e offrire servizi internet all’app.

“Il Partito comunista cinese tramite le app minaccia la sicurezza nazionale” 

Una nota del Dipartimento annuncia il divieto “di transazioni relative alle app WeChat e TikTok per salvaguardare la sicurezza nazionale degli Usa” e per “proteggere gli utenti negli Usa, eliminando l’accesso a queste app e riducendone significativamente le funzionalità”. Secondo l’amministrazione Usa, “il Partito comunista cinese ha dato prova” del fatto che l’uso di queste due app “minacci la sicurezza nazionale, la politica estera e l’economia degli Usa“. “Le minacce rappresentate da WeChat e TikTok non sono identiche, ma simili. Ognuna delle due raccoglie un’ampia gamma di dati degli utenti, attività di rete, dati di localizzazione e cronologie di navigazione e ricerca incluse”, si legge in una nota, che parla di “cooperazione obbligatoria con i servizi di intelligence del Partito comunista cinese”. Ebbene, l’amministrazione Usa è convinta che “questa combinazione di fattori fa sì che l’uso di WeChat e TikTok crei rischi inaccettabili per la nostra sicurezza nazionale”.

La messa al bando su ordine di Trump

La messa al bando è la diretta conseguenza degli ordini esecutivi firmati il 6 agosto dal presidente Donald Trump in cui si stabilisce che “le app catturano un’ampia gamma di informazioni dagli utenti americani, lasciando i dati vulnerabili all’accesso del Partito comunista cinese per scopi nefasti”. “Su indicazione del presidente Donald Trump abbiamo intrapreso un’azione significativa per contrastare la raccolta dolosa di dati personali di cittadini americani da parte della Cina”, ha detto il segretario al Commercio Usa, Wilbur Ross. “Le azioni odierne – ha aggiunto – dimostrano ancora una volta che il presidente Donald Trump farà tutto ciò che è in suo potere per garantire la nostra sicurezza nazionale e proteggere gli americani dalle minacce del Partito comunista cinese”.

Ludovica Colli

1 commento

Commenta