Roma, 30 mag – La famigerata unità dell’Ue sull’embargo al petrolio russo “si sta sgretolando”, come rivelano le ultime dichiarazioni ufficiali riportate dall’Ansa.

Ue divisa sul no al petrolio russo

Niente da fare, l’Ue non trova la quadra sul petrolio russo. Per essere precisi, non la trova sulla possibilità di farne a meno. I prossimi incontri rischiano appunto di diventare “scontri”. La Commissione europea aveva preparato un documento che prevedeva la deroga allo stop al greggio proveniente dall’oleodotto dell’Amicizia, che parte dalla Russia per giungere alla Polonia, alla Germania e all’Ungheria. Troppo poco, nonostante i diplomatici dei Paesi membri siano intenzionati a raggiungere un compromesso su queste benedette e maledette sanzioni. Secondo il vice cancelliere tedesco Robert Habeck proprio su di esse l’unità dell’Europa “si sta sgretolando”, dopo che l’esenzione all’oleodotto – che accontentava le richieste ungheresi – sembrava aver avvicinato un’intesa. L’embargo partirebbe solo via mare e partirebbe solo alla fine dell’anno. Poi sono partite le proteste dei più accesi anti-russi, in particolare Lettonia, Estonia e Lituania, che hanno lamentato nel merito, sostenendo che in questo modo Bruxelles si stesse piegando alle richieste di Viktor Orban.

Prezzo del gas, sì al tetto massimo

Nel testo del documento, in compenso, si parla di tetto al prezzo dell’energia: “Il Consiglio europeo invita la Commissione a esplorare con i partner internazionali le modalità per frenare l’aumento dei prezzi dell’energia, compresa la fattibilità dell’introduzione di tetti ai prezzi temporanei”. Inoltre, al vertice si impegnerà “la Commissione a proseguire rapidamente i lavori per l’ottimizzazione del funzionamento del mercato dell’energia elettrica europea in modo da resistere alla futura volatilità dei prezzi”. RePowerEu sarà al centro della discussione, unitamente ai finanziamenti richiesti e ai criteri per la ripartizione dei fondi che, sempre secondo la Commissione, dovranno essere gli stessi del Recovery.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta