Roma, 16 mag – Sparatorie in seguenza tra Houston e la California. Gli Stati Uniti vivono una fase di terrore, come riporta Tgcom24.

Sparatorie a Houston e in California: terrore negli Usa

Le sparatorie che hanno insanguinato Houston e la California seguono la strage di Buffalo di qualche giorno fa. A Houston, in Texas, nella contea di Harris County, migliaia di persone si trovavano al mercatino delle pulci domenica pomeriggio. Poi gli spari furenti e le due vittime. Lo sceriffo Ed Gonzales commenta così alla Cnn l’accaduto: “Per ora, sembra che i feriti fossero tutti probabili partecipanti all’alterco, nessun passante innocente ferito, per quanto ne sappiamo”, dice. Poi aggiunge che si sono state “almeno 2 pistole recuperate, più colpi sparati”. Oltre ai due morti, almeno altre tre persone sono state trasportate negli ospedali della zona. Ma, sempre secondo quanto riferito da Gonzales, le loro condizioni sono sconosciute.

Gli spari nella Chiesa di Orange County

Per quanto riguarda la sparatoria nel sud della California, in una chiesa di Orange County, per ora c’è un bilancio provvisorio di un morto e 5 feriti. “Tutte le vittime sono adulte e sono in via di trasporto in ospedale”, dice lo sceriffo della contea in un tweet, parlando poi di “una vittima” deceduta sul luogo del misfatto. La zona della tragedia è Laguna Woods, per la precisione nella chiesa presbiteriana Geneva, su El Toro Road. L’assalitore, secondo le fonti della polizia, è stato arrestato. Il fatto che l’uomo avesse aperto il fuoco in un luogo sacro ha allarmato molto la comunità locale, al punto da far intervenire il governatore della California Gavin Newsom, il quale ha dichiarato: “Nessuno deve avere paure a recarsi nel suo luogo di preghiera”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta