Roma, 5 lug — Nel Regno Unito gli scienziati si dicono preoccupati per le sorti di migliaia di specie di insetti, a rischio per la perdita di habitat, l’inquinamento, le malattie e il cambiamento climatico. Secondo quell’assunto ingenuo e un po’ arrogante per cui la «natura» — chiamiamola poco scientificamente così — debba rimanere cristallizzata perennemente nello stato corrente per soddisfare le condizioni che permettono la vita dell’uomo sulla Terra, ecco che nasce l’app Bugs Matter (che fa comicamente il verso al Black lives matter, equiparando quindi le vite degli afroamericani a quelle di zanzare e bacarozzi) per tenere il conto degli insetti trovati spiaccicati sui parabrezza.

Quanti insetti si spiaccicano sui vostri parabrezza?

L’utente dovrà scaricare l’app sullo smartphone, e sul proprio veicolo verrà montato uno «splatometro», una sorta di griglia per il campionamento degli insetti che rimarrà attacca alla targa. La quale dovrà essere pulita all’inizio di ogni viaggio. Una volta arrivato a destinazione, dovrà contare tutti i cadaverini di insetti spiaccicati utilizzando lo «splatometro», poi scatterà la foto di rito e la invierà tramite l’app, «insieme alle informazioni sulla distanza percorsa». Attraverso l’elaborazione di questi dati la squadra di Bugs Matter sarà in grado di calcolare il numero di «spiaccicamenti per miglio».

Dati vitali

Con queste informazioni verranno osservati e studiati i cambiamenti nelle popolazioni di insetti in tutta la Gran Bretagna. Secondo quanto riportato dai solerti osservatori, il numero di insetti schiacciati sui parabrezza in tutto il Paese sarebbe diminuito di quasi il 60%. «I risultati del 2021 di Bugs Matter, pubblicati in un rapporto pubblicato da Kent Wildlife Trust e Buglife ( Bugs Matter 2021 Full Technical Report ), mostrano che il numero di insetti campionati sulle targhe dei veicoli dai cittadini scienziati in tutto il Regno Unito si è ridotto del 59% tra il 2004 e il 2021», scrivono sul sito. «Questi risultati sono coerenti con la ricerca che ha ampiamente riportato tendenze in calo nelle popolazioni di insetti a livello globale. Il conteggio degli insetti del 2022 è iniziato il 1 giugno e durerà fino al 31 agosto».

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta