La reputazione online è davvero così importante per un’azienda? Nel momento in cui un’azienda crea una presenza nel web, deve cominciare a tenere conto della propria reputazione digitale. Si tratta quindi di un tema di attualità per imprese di ogni dimensione e di ogni settore, destinato ad assumere importanza crescente nei prossimi anni.

In questo articolo chiediamo l’opinione di Web Project Group, un’agenzia web specializzata in reputazione online per aziende.

Cos’è la reputazione online?

La reputazione online, o web reputation, è l’insieme tutte le informazioni che vengono pubblicate nel web circa una persona fisica o un’azienda.

Queste informazioni possono prendere varie forme: articoli su riviste online e siti di informazione, recensioni su piattaforme di settore o conversazioni tra utenti nei social network. Tutto ciò si traduce nella percezione che il pubblico ha dell’azienda.

Troviamo un esempio ben noto di reputazione online nel turismo, nella ristorazione e nell’acquisto di prodotti alimentari online: in questi settori la reputazione online è legata a doppio filo con siti come TripAdvisor, TheFork o AirBnB, dove i potenziali clienti scelgono ristoranti e hotel in base alle recensioni degli altri utenti.

E troviamo esempi anche più recenti, con siti in cui è possibile recensire i luoghi di lavoro.

È possibile monitorare la web reputation di un’azienda?

È importante capire che la web reputation di un’azienda esiste sempre, a prescindere dal fatto che tale azienda ne sia consapevole. Diventa quindi fondamentale, per le aziende che vogliono mantenere una presenza sul web, monitorare e prendere il controllo della propria reputazione online.

Questo può essere fatto tramite l’uso di strumenti di analisi e la progettazione di una strategia di comunicazione che permetta di avere il controllo della propria reputazione.

In questo senso, il primo passo da fare è capire come le persone possono raggiungere la nostra azienda tramite il web.

Il sito web è sicuramente una delle prime fonti di confronto con gli utenti. Un sito aziendale con un blog interno permette di fornire informazioni aggiornate agli utenti e ai potenziali clienti, veicola la voce del brand e, se gestito a dovere, può diventare una fonte di informazioni autorevole per il settore in cui l’azienda opera.

Egualmente importanti sono i social network. Piattaforme come Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn sono piazze sociali con un enorme potenziale, grazie a cui accorciare drasticamente la distanza tra aziende e utenti: in ottica di reputazione online è molto importante “ascoltare” ciò che gli utenti dicono e modulare un piano editoriale di conseguenza.

Esistono anche strumenti di analisi più approfonditi, come SeoZoom, Google Alert e Mention, che vengono usati da agenzie web e professionisti per monitorare l’andamento della reputazione online nel contesto di strategie di comunicazione a medio e lungo termine.

Come si costruisce la reputazione online?

Diciamolo subito: gestire la web reputation non è facile, soprattutto nel caso di un brand di grandi dimensioni. Il web è un universo in continua espansione e le norme relative alla privacy rendono difficile monitorare tutte le discussioni degli utenti e un singolo commento negativo può creare non pochi problemi. Senza pensare alla pratica di creare false recensioni negative per “gettare fango” sui competitor.

Ci sono alcune buone pratiche da seguire per costruire e mantenere una buona reputazione online:

  • Usare la voce del brand – Strumenti come blog, social media e newsletter permettono a un’azienda di far sentire la propria voce e controllare la propria reputazione online.
  • Mantenere coerenza – Un’azienda è fatta di tante persone, ma è importante mantenere coerenza nei valori e nel tono di voce del brand su tutti i canali, online e offline.
  • Trasparenza e umiltà – Tutti commettono sbagli, anche le aziende. Ammettere i propri errori e cercare di rimediare pubblicamente è un ottimo modo per trasformare la negatività in positività.
  • La reputazione online è fatta di persone – Soprattutto per le aziende che operano nel B2C è importante ricordare che dietro a ogni commento e recensione ci sono persone reali, con desideri, dubbi e interesse.

Conclusioni sulla reputazione digitale

La reputazione online può essere monitorata e aumentata con diversi strumenti digitali. Sarà l’agenzia web ad occuparsi di questi due fondamentali aspetti del marketing. Infatti, un’agenzia web ha come finalità ultima quella di migliorare la web reputation aziendale, tramite strumenti appositi come la SEO, la creazione di siti web ed ecommerce, le campagne pubblicitarie Google Ads, le PR e molti altri tools adatti all’aumento della reputazione online.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta