Il Primato Nazionale mensile in edicola

Los Angeles, 3 nov – Sbarca sulla Disney la serie animata Spider Man and His Amazing Friends ed è già censurata. Anche se non è ancora arrivata sulla versione italiana di Disney +, il canale streaming del colosso dell’entertainment, per le versioni straniere è stato infatti inserito un disclaimer: c’è – a parer loro – la presenza di contenuti razzisti. E spariscono anche i nazisti – pure se sono i cattivi.

Spider Man e le “rappresentazioni negative di altre culture”

Per una delle puntate di Spider Man, infatti, si legge prima del cartoon: “Questo programma include rappresentazioni negative e/o trattamenti errati nei confronti di persone o culture. Questi stereotipi erano sbagliati allora e lo sono oggi. La rimozione di questo contenuto negherebbe l’esistenza di questi pregiudizi e il loro impatto dannoso sulla società. Disney si impegna a creare storie con temi ispiratori che riflettano la ricca diversità dell’esperienza umana in tutto il mondo”.

Spider Man razzista con giapponesi?

Per la Disney la puntata “razzista” di Spider Man sarebbe quella intitolata Sunfire stesso nome di un supereroe giapponese Sunfire, che ha però uno zio malvagio dal nome Genju. In originale americano – quindi da noi nemmeno si sentirebbe – i due personaggi nipponici sono stati doppiati da un americano e parlano con un forte accento orientale. Come sappiamo, da tempo negli Usa c’è polemica sui bianchi che doppiano altre etnie e/o culture, tale controversia non ha risparmiato nemmeno i Simpson (sempre in onda su Disney +).

Ma c’è anche la storia d’amore

L’amica di Spider Man, Stella di Fuoco, che nella vita “borghese” si chiama Angelica, si innamora del giapponese Sunfire che, però, è tornato in patria. Per consolarlo, Peter Parker e gli amici la portano a vedere un film horror giapponese, o a mangiare sushi. Insomma, la ragazza si innamora di un giapponese e nessuno batte ciglio, per aiutarla la circondano di elementi che le ricordino la terra dei Samurai, eppure è comunque considerato razzista.

E i nazisti “spariscono”

Non migliore sorte è toccata alla puntata The Quest of the Red Skull: Red Skull (Teschio Rosso), che altri non è se non la nemesi nazista di Capitan America, vuole far scoppiare la Terza guerra mondiale. Chi deve batterlo? Ma Spider Man, naturalmente. Nella puntata è possibile vedere soldati impegnati nel saluto romano e persino Adolf Hitler. Questa, sicuramente, la ragione dell’epurazione dell’episodio dal catalogo. Giova ricordare che queste censure sono state operate sulle versioni per gli altri Paesi in cui è possibile abbonarsi a Disney +.

Non è certo che questi tagli o questi avvisi saranno visibili anche in Italia. Viene comunque da chiedersi il senso di censurare i nazisti se, alla fine, Peter Parker e i suoi sono i buoni che vogliono sconfiggerli (è un po’ come togliere i nazisti da Indiana Jones), oppure ancora ci si domanda cosa ci sia di razzista nel vedere una bella americana innamorata di un giapponese. Insomma, Disney nel dubbio censura – il senso non c’è.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta