Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 12 lug – Recentemente il leggendario Mick Jagger, leader dei Rolling Stones, è balzato agli onori della cronaca per aver violato la quarantena pur di seguire la sua Inghilterra a Wembley. Eppure c’è una leggenda che lo perseguita nel mondo del calcio: quella che vorrebbe che sia un micidiale porta sfiga per le squadre che tifa. E vista la fine della nazionale allenata da Southgate, diventa quasi impossibile non nontare delle coincidenze.



Mick Jagger, i precedenti

Ma diamo uno sguardo ai precedenti di Mick Jagger in termini di “sfiga” calcistica. Parliamo, ad esempio, dei mondiali di Russia del 2018, quando la nazionale inglese arrivò in semifinale contro la Croazia. Tutto sembrava andare per il meglio per la squadra inglese, col primo gol di Trippier dopo pochi minuti dal fischio d’inizio. Poi la Croazia ribalta il risultato e porta a casa la partita. Il frontman dei Rolling Stones era in tribuna e aveva anche twittato un sentito “Forza Inghilterra” qualche minuto prima. 

Black Brain

Il soprannome che ha in Brasile …

La leggendaria sfiga che Mick Jagger porterebbe alle squadre che tifa sarebbe molto temuta anche in Brasile, Paese estremamente scaramantico. Galeotta fu la semifinale del 2014 dei Mondial di calcio. L’interprete di Wild horses si piazzò in tribuna a tifare la squadra di casa, e cioè il Brasile. Il quale rimediò una delle peggiori (se non la peggiore) sconfitta della sua storia, il bruttissimo 7-1 contro la Germania. Così rimediò il soprannome di “pé-frio”, letteralmente “piede freddo”, cioè porta sfiga. Ma non finisce qui, perché gli ossessionati dalla teoria “del complotto” che coinvolge Mick Jagger ricordano anche che ai mondiali del 2010 il rocker era seduto accanto a Bill Clinton per tifare gli Stati Uniti nel match contro il Ghana. Indovinate chi vinse? Esatto … il Ghana.

Ha portato “sfiga” anche a noi

Mick Jagger è stato accusato dai brasiliani anche dell’uscita dell’Italia dalla Mondiali del 2014. In un concerto a Roma, infatti, Jagger predisse a 70.000 fan che l’Italia avrebbe sicuramente contro l’Uruguay per passare alla fase a eliminazione diretta. Abbiamo perso 1-0.

Di nuovo Wembley

E adesso di nuovo la sua Inghilterra, per la quale ha  “sfidato” la quarantena pur di vederla in semifinale. La partita in sé è andata bene, la finale contro di noi un po’ meno. Il Corriere, tra gli altri, lo dava per certo tra i tifosi vip che sarebbero stati presenti anche per il match contro l’Italia. Stiamo pur sempre parlando di superstizione, niente che abbia un vero fondamento, ma volendo scherzare potremmo dire che Mick Jagger ha passato la sua “sfiga” dalla semifinale alla partita di ieri.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Nell’82 sul palco del concerto a Torino profetizzò la vittoria e addirittura il risultato 3-1 azzeccandolo in pieno !!! Grande Mick.

Commenta