Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 8 mag – Jk Rowling, celebre autrice di Harry Potter, qualche tempo fa è balzata agli onori delle cronache perché si è offerta di pagare lo stipendio di un anno all’anonimo utente che ha twittato contro Boris Johnson dall’account del Servizio civile britannico. Peccato però che nella civiltà dell'”offesa” in cui ci troviamo a vivere, anche lei diventi vittima. In questo caso, è di nuovo accusata di transfobia per aver osato dire che solo alle donne vengono le mestruazioni. Cioè, per aver detto l’ovvio.

Jk Rowling: “Chi ha le mestruazioni? Le donne!”

L’autrice di Harry Potter, ha voluto contestare un articolo sulla “parità” sanitaria dal titolo: “Creare un mondo post-Covid-19 più equo per le persone che hanno le mestruazioni”.  “‘Le persone che hanno le mestruazioni’. Sono sicura che ci fosse una parola per quelle persone”, ha scritto ironicamente la Rowling su Twitter. “Qualcuno mi aiuti. Wumben? Wimpund? Woomud?” ha scritto ancora, cercando ironicamente di dribblare il termine ‘women’ (donne). Ma queste non sono (più) cose su cui si può ironizzare e lei lo dovrebbe sapere bene. Pensiamo a tutti quei soggetti che si “identificano” come donne, ovvero i transgender. Chi penserà a loro, come ha potuto la Rowling discriminarli? O meglio ancora, che dire di chi effettua la transizione da donna a uomo e sebbene sia a conti fatti un bel maschione, in realtà ha ancora il ciclo?

Insulti e attacchi

Feminazi, “Terf” (tenetevi forte: sta per Trans-Exclusionary Radical Feminist, femminista che discrimina le trans – un altro di quei termini da neolingua dei semicolti partorito dalla follia contemporanea), insieme a strega, cagna … Questi sono gli epiteti che ha ricevuto la Rowling per questo motto di spirito. E lei li ha elencati tutti, aggiungendo: “I tempi cambiano. L’odio nei confronti delle donne è eterno“. “Rispetto il diritto di tutte le persone trans di vivere in un modo che sia autentico e confortevole per loro. Marcerei con voi se voi foste discriminati sulla base dell’essere trans. Allo stesso tempo, la mia vita è stata plasmata dall’essere femmina. Non credo sia odioso dirlo“, aggiunge. Invece, cara Rowling, ormai lo è. E non è nemmeno la prima volta che ti imbatti in questa dura realtà! Puoi sempre inventare un universo parallelo in cui c’è una preponderanza di personaggi caucasici ed eterosessuali, maghi, streghe ed elfi. Ah, niente da fare, anche questo già fatto.

Ilaria Paoletti

3 Commenti

  1. Ma quanto sono rincoglioniti sti FROCI ????

    Non mi piace la scrittrice e non mi piacciono i suoi libri … ma ….

    Teste di cazzo di FROCI , io ho avuto forti perdite di sangue ….
    era una INFEZIONE AI RENI !!!!! COGLIONI , se avete cazzo e palle ..
    NON SONO MESTRUAZIONI !!!!

    Correte in ospedale !!!!! il rischio è PERDERE I RENI ! già brutto …. ma nel mio caso …. guardare le margherite dalle radici entro un mese …..

    CURATEVI , NON SONO MESTRUAZIONI !!!!! coglioni …..

    mi sono curato per DUE MESI …. e sono ancora quà , e già .

Commenta