Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 8 giu – In 7 regioni non è stato rilevato alcun nuovo contagio e in 11 nessuna persona è morta. Sono i due dati migliori fotografati dal quotidiano bollettino della Protezione Civile. Il coronavirus non è sparito ma la situazione in Italia è di fatto sempre meno preoccupante. Certo, non tutti i numeri sono consolanti, soprattutto se guardiamo alla Lombardia dove avvengono sempre la gran parte dei contagi e delle vittime. Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati confermati 65 decessi e 280 nuovi positivi. Questi ultimi come al solito per lo più sono stati rilevati nella regione italiana maggiormente colpita dal virus: 194 nuovi positivi, ovvero il 69,2% del totale.

Nessuna vittima come detto in 11 regioni: Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Marche, Abruzzo, Umbria, Molise, Basilicata, Campania, Puglia, Sardegna e Calabria. Zero contagi in altre 7: Abruzzo, Umbria, Valle d’Aosta, Sardegna, Calabria, Basilicata e Molise. Soltanto un solo caso in Puglia, Sicilia e Friulia Venezia Giulia. Due casi in Trentino Alto Adige, Marche e Campania. In Veneto, dove ieri non erano stati rilevati casi, oggi se ne contano 4. In Toscana 9. Questo invece l’aumento odierno nelle altre regioni più colpite dopo la Lombardia: 20 nuovi positivi in Emilia Romagna, 16 nel Lazio, 14 in Piemonte e Liguria.

Tutti i dati di oggi

Morti: come detto oggi sono 65 le vittime, ieri erano state 53. In totale in Italia dall’inizio dell’epidemia sono morte 33.954 persone.

Guariti: nelle ultime 24 ore sono stati confermati 747 pazienti guariti, ieri 759. In totale in Italia dall’inizio dell’epidemia sono guarite 166.584 persone.

Ricoverati: prosegue il calo delle persone ricoverate in terapia intensiva, dove oggi si trovano 283 persone (-4 rispetto a ieri). Con sintomi sono ancora ricoverati 4.729 pazienti, anche in questo caso in calo: -135 rispetto alla giornata di ieri. Mentre in isolamento domiciliare da oggi vi sono meno di 30mila persone, ovvero 29.718: in calo rispetto a ieri di 393.

Malati: calo anche delle persone attualmente positive, nelle ultime 24 ore pari a 532 unità. Ieri era stato di -615. I nuovi contagi, come detto, sono 280. Ieri erano stati 197.

Come al solito dobbiamo analizzare quest’ultimo dato sulla base del rapporto tra tamponi effettuati e casi individuati. E questa è la notizia meno positiva del giorno, perché nelle ultime 24 ore sono stati effettuati meno tamponi: 27.112 a fronte dei 49.478 di ieri. E oggi sono stati individuati più casi. Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è difatti di 1 malato ogni 96,8 tamponi: 1%. Dunque in rialzo rispetto ai giorni scorsi.

coronavirus, Italia

Alessandro Della Guglia

3 Commenti

  1. Buongiorno, vorrei attirare la vostra attenzione su questi dati che potremmo definire confortanti per chi crede a questa faccenda… Va bene. Il problema è che si sono fatte ipotesi già in passato nel quale si annunciava una ripresa del “virus” dal sud Italia, e il gran signor DeLuca presidente di Campania vorrebbe, dico vorrebbe, iniettare a tutti sostanze anti influenzali per “prevenire” incertezze su chi si ammali di raffreddore stagionale e chi del temuto quanto fantasioso virus. Fate mente locale su ciò che è successo tra Brescia e Bergamo e capirete. Seconda cosa, vaccinazioni di massa per i più giovani, sia di quelle con obbligo che non, su base “volontaria” (cioè dettate dalla paura indotta),anche qui aspettatevi qualche effetto che, sarà presente a settembre ad inizio scuole. In pratica sono già tutti infettati ma dormienti e l’innesco arriverà con il vaccino di influenza… Sarà una ecatombe di giovani. Voglio portarvi a ragionare su questo:il cosiddetto vaccino anti influenzale, nel corso degli anni precedenti, ha mai sconfitto l’influenza? No… Quindi perché un ulteriore vaccino dovrebbe sconfiggere il covid? Fatevi due domande….

  2. In Italia ogni100.000 abitanti 53 morti, in Svezia 43 (e dicono che hanno fallito), in Usa 34, in Brasile 19

Commenta