Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 23 apr – Enrico Ruggeri non ha peli sulla lingua e da quando è emerso il coronavirus e le relative restrizioni ha sempre dichiarato a chiare lettere che non avrebbe sacrificato la propria libertà per timore di perdere la salute.



Ruggeri, Twitter e… Gassmann

Questo lo ha messo in conflitto con un pasionario della normativa anti Covid, Alessandro Gassmann. Ricordate? Si vantò su Twitter di aver chiamato la polizia ad un vicino di casa, reo (a suo avviso) di aver violato le restrizioni su feste e ospiti in casa. Per Enrico Ruggeri questo modo di fare ricorda molto da vicino i metodi oppressivi dell’Unione Sovietica. Come potrete immaginare, il figlio del grande Vittorio non l’ha presa bene. Risposta? Ha bloccato Ruggeri sui social. Il cantante meneghino non ha mancato di farci una battuta, ma la figura barbina è tutta per l’attore “de sinistra”.

Agli “amici di sinistra”

Ed è proprio agli “amici di sinistra” che oggi Enrico Ruggeri pone un quesito, un po’ provocatorio, su Twitter: “Una domanda ai miei (molti) amici di sinistra: come conciliate le vostre (antiche?) battaglie su diritti, libertà, lavoro, difesa della costituzione con parole come “coprifuoco” “restrizioni” “distanziamento sociale” e “divieti”? Proviamo a ragionare senza insultarci, per favore”. Il cantautore di Vivo da Re ha già posto in luce l’ipocrisia dei democratici nella domanda. Lui, che di sinistra non è mai stato – anzi, anche in tempi non “sospetti” ha ricordato di quando al Liceo Berchet gli autonomi lo criticavano perché faceva le cover di Lou Reed e degli Stooges, troppo “fascisti” – si apre comunque al dialogo. Cosa che i dogmatici – come Gassmann – del Covid non fanno troppo spesso, anzi, non fanno affatto. Tanto di cappello, Rouge!

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. “……..Proviamo a ragionare senza insultarci, per favore”. Il cantautore di Vivo da Re ha già posto in luce l’ipocrisia dei democratici nella domanda……….Cosa che i dogmatici – come Gassmann – del Covid non fanno troppo spesso, anzi, non fanno affatto………”

    MA COME FAI LORO SONO POLITICAMENTE CORRETTI E HANNO IN MANO LA VERITA’………… (naturalmente specifichiamo che è ironia………..onde evitare che si possano beare troppo……………..)

Commenta