Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 ago — Vanessa Ferrari entra nella storia: è argento olimpico nel corpo libero. Una medaglia che mancava nella ginnastica femminile italiana dal 1928. La ginnasta bresciana, 30 anni, ha guadagnato il secondo posto con il punteggio di 14.200 esibendosi in un’incredibile prova nel tempio della ginnastica della capitale nipponica. Alla sua quarta partecipazione olimpica, per Vanessa questa è la prima medaglia. 



Vanessa Ferrari, è argento 

Performance e vanto tutti italiani, a partire dalla canzone musicale che accompagnava i volteggi di Vanessa Ferrari: Con te partirò di Andrea Bocelli. L’azzurra, ad un’età che vuole le ginnaste già «pensionate», ha eseguito l’esercizio in maniera quasi impeccabile: tre diagonali acrobatiche e uscite perfette che l’hanno piazzata dietro la Statunitense Jade Carey (14.366) e davanti alla russa Melinkova e la giapponese Murakami, entrambe con 14.166, bronzo ex aequo.

Black Brain

Nei giorni scorsi la sua principale rivale, la campionessa afroamericana Simone Biles, data per favoritissima in tutte le discipline, aveva rinunciato alla finale della gara a squadre e all’All Around. Vanessa Ferrari, vedendosi eliminare il principale ostacolo alla vittoria, aveva in quell’occasione dichiarato: «Non mi cambia nulla se Simone ci sarà o no. Non voglio pensare agli altri, come feci, sbagliando, in Brasile. Mi ricordo, nel 2016, quanto mi preoccupavo per l’esercizio di Amy Tinkler. E cosa mi ha portato? E’ arrivata comunque davanti. In questa Olimpiade sono concentrata soltanto su me stessa. D’altra parte siamo tutte li, staccate di un decimo, a volte nemmeno. Si e’ visto pure nella finale a squadre».

 

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta