Il Primato Nazionale mensile in edicola

Tra i viaggi di gruppo, alcuni sanno regalare esperienze davvero straordinarie. È il caso del whale watching, i viaggi per vedere le balene.

Le balene migrano più lontano di qualsiasi altra creatura del pianeta, in cerca di cibo e di correnti calde in cui allevare i loro piccoli. Per questo motivo possono essere osservate nella maggior parte degli oceani, sebbene ogni luogo offra un’esperienza diversa.

Ci sono Paesi in cui le balene s’osservano dal mare, altri in cui il luogo d’osservazione migliore è sito sulla terraferma.

Gli appassionati di fauna selvatica potrebbero voler combinare il loro tour d’osservazione con la possibilità d’ammirare altre specie, gli amanti delle esperienze estreme voleranno verso l’Artico. Ma, i cetacei, possono essere “inseriti” anche in un viaggio in terra africana, in un coast-to-coast americano. Oppure, ci si può spostare di poco in direzione Norvegia.

Vedere le balene in America

Non c’è continente in cui non si possano vedere le balene. In America, lo si può fare negli Stati Uniti tanto quanto in Canada.

Dove andare in Canada? L’Isola di Vancouver è perfetta per ammirare orche (da maggio a settembre) e megattere (a marzo e ad aprile). Circa 20mila balene grigie attraversano la costa del Pacifico in primavera ma, se si ci si reca sul canale di Johnstone, è facile trovarsi “faccia a faccia” con le orche che vivono qui.

In Québec si va invece per la balenottera azzurra, le balenottere comuni, le balenottere minori e i beluga. Tre correnti si scontrano vicino a Tadoussac, nel Golfo di San Lorenzo, favorendo lo sviluppo del plancton e – dunque – di tantissimo cibo per le balene. Il periodo migliore? Tra giugno e settembre.

Negli Stati Uniti, si possono vedere le balene a:

  • Juneau (Alaska) da aprile a dicembre
  • Monterey (California), uno dei pochi posti al mondo in cui si può fare whale watching tutto l’anno (spesso anche dalla costa, senza dover sostenere il costo di un’escursione)
  • Newport Beach (California), da dicembre ad aprile per le balene grigie e da maggio a novembre per le balenottere blu, con tour guidati giornalieri</li>
  • Cape Cod (Massachusetts), considerato dal World Wildlife Fund uno tra i migliori luoghi al mondo in cui vedere le balene, tra aprile e novembre
  • Maui (Hawaii) da dicembre a maggio, caso presentato anche da Corriere.it in questo articolo
  • Bar Harbor (Maine) da aprile a ottobre

In Messico, il luogo migliore in cui andare è Baja California. Qui si possono ammirare balenottere azzurre e balene comuni, capodogli, megattere e balenottere minori, tra febbraio e aprile. Le balene grigie vengono a riprodursi nella laguna di San Ignacio, sulla costa del Pacifico, mentre moltissime specie si riuniscono nel mare di Cortez, ricco di cibo.

Dove vedere le balene in Europa?

Se si pensa alle balene in Europa, i primi a venire in mente sono i viaggi in Norvegia. Oppure in Islanda. Tuttavia, anche in Spagna e in Portogallo si possono ammirare splendidi cetacei.

I più puntano sulla norvegese Andøy, nell’arcipelago delle Vesterålen. Qui, il mare ricco di cibo tutto l’anno richiama a sé balene, capodogli e orche. Altri due interessanti punti d’osservazione sono le Canarie e le Azzorre: sulla costa occidentale di Tenerife si fa whale watching 365 giorni l’anno, mentre a Madeira con le balene si nuota persino (le escursioni partono ogni giorno dal porto di Funchal).

Vedere le balene nel resto del mondo

Il modo migliore per vedere le balene? Prendere parte ad uno dei tanti viaggi di gruppo che i tour operator organizzano. Solo una guida esperta sa consigliare il periodo migliore, e sa scovare le più suggestive escursioni inserendole in tour completi. Con i viaggi di gruppo di SiVola, ad esempio, le balene le si osserva durante un coast to coast in Sudafrica.

I cetacei possono poi essere avvistati:

  • in Sri Lanka da gennaio ad aprile: in nessun luogo al mondo le balene nuotano tanto vicine alla terraferma come succede nella punta meridionale di questo Paese asiatico
  • in Madagascar ad agosto e settembre, oppure tra dicembre e aprile se si vogliono ammirare gli squali balena
  • in Nuova Zelanda tutto l’anno: le placche tettoniche si scontrano e le correnti oceaniche si incontrano al largo di Kaikoura, attirando un’abbondanza di fauna marina
  • con una crociera tra le isole delle Maldive
  • nel regno polinesiano di Tonga durante l’inverno australe, quando le megattere migrano dal Polo Sud verso le più calde acque di Polinesia per accoppiarsi e partorire

Che si scelga l’Europa o la Polinesia poco importa: vedere le balene è tra le migliori esperienze che la vita in viaggio offra.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta