Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 ago – Alla stazione Termini a Roma avevano commesso due rapine in tre giorni. «Il modus operandi era lo stesso – hanno spiegato le forze dell’ordine – aspettavano le vittime all’uscita di un noto fast food di via Giolitti, dopo di che, con la complicità di altri giovani, si accanivano brutalmente contro di queste». Ora sono stati arrestati due dei rapinatori, tutti magrebini. Si tratta di un 18enne tunisino e di un 30enne egiziano, riconosciuti dagli investigatori grazie telecamere di videosorveglianza presenti nella zona e dunque arrestati dagli agenti. Sui due pende già una lunga serie di precedenti penali. Il terzo della banda, un egiziano di 22 anni, è stato denunciato ma risulta al momento irreperibile.
Dai video della sorveglianza emerge tutta la violenza degli immigrati nordafricani: sceglievano persone a caso per poi derubarle dopo averle prese a calci e pugni. Ciò che colpisce è soprattutto l’accanimento con cui i delinquenti continuavano a pestare i malcapitati anche una volta che questi erano caduti a terra. Questi episodi si aggiungono a tanti altri che sono purtroppo diventati usuali dalle parti della stazione centrale di Roma: una vera zona di nessuno tra spaccio di droga, risse e molestie sessuali, ostaggio di immigrati e sbandati di ogni sorta.



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Una corda al collo tiri su ed elimini una merda color nero dal pianeta. E sprecata am
    nche l’aria che respirano questi appestati putreefattib appestati da millemalattie. Vanno bene solo come combustibile per produrre energia.

  2. Mentre manteniamo questi animali, mi tocca vedere che molte associazioni PRIVATE chiedono pochi euro per fare ricerca e debellare malattie che colpiscono alla nascita.
    Quando vedo gli spot poi mi chiedo: ma se questi lo Stato investisse i 35 euro per mantenere in italia i ricercatori e migliorasse la nostra società che poi si traduce nel nostro futuro?
    Ma è così difficile?

Commenta