Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 25 lug – Poi togliere l’uomo dalla savana, ma non puoi togliere la savana dall’uomo, e questo video ne dà la piena evidenza. Sembra di guardare lo spezzone di un documentario del national Geographic, ma siamo in Stazione Centrale a Milano. L’etno-friendly Milano di Beppe Sala, che vuole così bene ai propri ospiti provenienti dal Continente Nero da lasciarli scorrazzare in giro nudi, quando gli prende quell’afflato ancestrale di ritorno alla vita degli antenati.



Così ha commentato il video l’assessore regionale alla Sicurezza, Riccardo De Corato, in un post su Facebook: “Questa mattina alle ore 7 a Milano in Piazza Duca D’Aosta/Via Vittor Pisani il caldo inizia a farsi sentire, ci sono già 28 gradi. Fin qui, vista la stagione, nulla di anomalo, se non fosse che in zona Stazione Centrale, in mezzo alla strada, un improvvisato maratoneta di colore, completamente nudo, corre indisturbato da una parte all’altra. Milano città Olimpica ci regala anche questo”, scrive con amarezza De Corato.

Black Brain

“La Polizia presente nel piazzale si accorge del giovane atleta di colore e cerca di intercettarlo, ma, con uno scatto felino, il nudista lascia sul posto la decina di agenti accorsi per fermarlo e coprirlo. La sua corsa prosegue in via Vittor Pisani, dove nel frattempo sono accorse diversi volanti per cercare di intercettare l’uomo”. E conclude: “C’è chi a palazzo Marino si permette ancora di avere dubbi su zone rosse e daspo. Milano intanto è ormai allo sfascio e l’episodio di questa mattina rappresenta l’ulteriore conferma. Probabilmente l’africano aveva qualche problema mentale o era sotto l’effetto di qualche sostanza stupefacente. Una cosa è certa: al peggio in questa zona, come in altre della città, non c’è limite”.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Articolo precedenteIn morte di Rutger Hauer, volto europeo al di là del bene e del male
Articolo successivoMarrazzo sospeso dalla sede Rai di Gerusalemme: presunte irregolarità
Classe 1977, nata nella città dei Mille e cresciuta ai piedi della Val Brembana, dell’identità orobica ha preso il meglio e il peggio. Ex musicista elettronica, ha passato metà della sua vita a fare cazzate negli ambienti malsani delle sottoculture, vera scuola di vita da cui è uscita con la consapevolezza che guarire dall’egemonia culturale della sinistra, soprattutto in ambito giovanile, è un dovere morale, e non cessa mai di ricordarlo quando scrive. Ha fatto uscire due dischi cacofonici e prima di diventare giornalista pubblicista è stata social media manager in tempi assai «pionieri» per un noto quotidiano sabaudo. Scrive di tutto quello che la fa arrabbiare, compresi i tic e le idiozie della sua stessa area politica.

6 Commenti

  1. Le loro abitudini diventeranno le ns
    ( autrice : idiota di sx )

    A Milano Piola ho trovato un Bongo che mi fa : ghe
    galdo fa gui a milano ,
    l’ ho invitato a tornare in afriga se non gli piace il ns clima …. e c’erano solo 28° …..

  2. […] anno i casi analoghi a quello descritto si sono moltiplicati: dall’africano in Stazione Centrale a Milano sorpreso a correre la maratona in mezzo al traffico lo scorso luglio al folle marocchino del centro […]

Commenta