Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 8 ago – Dato che ogni azione ha un suo ritorno, per far ripulire il karma ai propri spettatori, una sala cinematografica di Milano, il Cinema Beltrade, ha deciso di lanciare la possibilità di comprare un biglietto del cinema a un richiedente asilo. L’iniziativa si chiama karmaticket, e interesserà i tantissimi immigrati che affollano Milano, specialmente la zona dove si trova il cinema. Perché il Beltrade sorge a pochi passi dalla multietnica e problematica via Padova e poco lontano dalla Stazione Centrale: zone dove la convivenza con i pochi italiani rimasti diventa ogni giorno sempre più difficile, e dove un immigrato da ora ha sempre un posto (gratis) in prima fila. 
In perfetta ottica buonista il costo del biglietto è a prezzo ridotto, soli 3 euro. Sulla pagina Facebook del cinema, che a Milano è famoso per le sue proiezioni d’essai, è stata lanciata l’iniziativa, che in breve tempo ha riscosso un discreto successo. Mille i like dei fan della pagina Facebook, che in massa sono corsi a comprare il biglietto per gli immigrati e in cambio riceveranno un ingresso omaggio. Il biglietto in questione, infatti, è valido per le proiezioni dal 22 agosto in poi, dal momento che la sala chiude per ferie in questi giorni.
Quelli del Beltrade, sempre su Facebook, spiegano che il primo biglietto buonista che ripulisce il karma è stato staccato lo scorso 3 agosto. “Qualche tempo fa siamo state al Kino Moviemento a Kreuzberg, Berlino, un quartiere multietnico. Loro hanno fra i tanti biglietti anche il #karmaticket, ovvero un biglietto che aiuta chi lo compra a ripulire il proprio karma e quello del luogo che lui abita. funziona così: chi va al cinema può acquistare oltre a un biglietto per se stesso anche un biglietto a prezzo ultra ridotto per un migrante o un richiedente asilo. Ecco, dal 22 agosto potrete acquistare un #KARMATICKET anche al Cinema Beltrade, il biglietto sarà donato agli studenti della Rete Scuole Senza Permesso o a ospiti dei centri di accoglienza del quartiere perché “il cinema è più bello quando parla le lingue del mondo”.
E a chi sui social fa notare che sono molti gli italiani in difficoltà, i gestori tagliano corto e dicono che tutti coloro che non se la passano bene al Beltrade pagano poco o niente, e che questa iniziativa serve all’integrazione (per la cronaca: il biglietto intero costa 7 euro, il ridotto 5). Del resto in quella zona la sostituzione di popolo è già a un punto di non ritorno, le vie circostanti la sala pullulano di immigrati e la sicurezza scarseggia. E alle spalle del Beltrade sorge un centro di accoglienza per immigrati che, durante il giorno, stazionano sul piazzale della Centrale.
Anna Pedri

Sangue di Enea Ritter

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. Se qualcuno vuol darsi una bella ripulita al KARMA mi invii un bonifico da un milione, grazie.
    L’apoteosi della follia, paghiamo il cinema ai nostri anziani piuttosto!

  2. …..a parte il fatto che urge senza indugio un antibiotico contro la “citrullite”,
    la cosa più bizzara è l’idea assolutamente distorta che i compagni si fanno del Buddhismo e di alcuni concetti orientali quali quello del Karma; capisco che la formazione culturale di costoro si ferma probabilmente a Fabio Volo,Jovanotti e Saviano,ma pensare davvero che il Karma si possa “ripulire” offrendo il cinema ai signori in foto (più annoiati di Fantozzi alla proiezione della corazzata Potemkin) ricorda non poco quella volta che un gruppo di gay si recò in visita al Dalai Lama (rappresentante peraltro di una corrente minoritaria del Buddhismo) pensando davvero di trovare grande supporto sulla omosessualità da parte di quest’ultimo;
    le cronache riportano invece un giudizio assai severo da parte del Dalai Lama sulla omossessualità
    per non parlare di quello relativo alla una immigrazione di massa,assolutamente avversata da questo capo spirituale.
    la prossima volta provateci magari con Bob Marley e lasciate stare Karma ed ottuplice sentiero.

  3. Il pd ci sta proprio regalando una merda di paese, uno schifo indicibile,una situazione ignobile……… Idea delirante.

  4. Quanto siano poi interessati alla proiezione del film lo dimostrano le facce apatiche e malinconiche( probabilmente erano convinti di assistere a spese nostre a qualche film porno) e addiritura uno si è presentato con le immancabili cuffie per ascoltare musica durante il film

  5. RINGRAZIARE, RISPETTARE, AIUTARE a non dimenticare gli ITALIANI che hanno contribuito alla creazione della nostra unica NAZIONE, difendere la nostra IDENTITA’ e la nostra SOVRANITA’, e non RINNEGARLA.. Una masochismo di autodistruzione, di odio per tutto quello che è ITALIA, appannaggio di una classe politica dal dopoguerra ad oggi non vi basta come motivazione?
    Ma su quale pianeta vivete…aprite gli occhi!
    Solo queste “poche” cose ( ma ce ne sarebbero tante altre) dovrebbero aiutarvi a soddisfare la vostra voglia di pulizia de karma, e che tra l’altro è un nostro dovere difendere la PATRIA.
    Gli africani che sono rimasti nella madre Patria si stanno organizzando per riprendersi la propria SOVRANITA’ e hanno capito il gioco della deportazione dei loro connazionali, e voi cosa fate?
    Cosi state solo remando contro alla risoluzione del problema…fatevi e fategli un piacere:
    Per pulirvi la vostra coscienza spiegate loro cosa sta succedendo magari proprio in quel cinema proiettate qualcosa che li tolga dall’ignoranza in cui sono stati sommersi fino ad oggi.
    Probabilmente non farete il soldo dei buonisti & co. ma vi sentireste meglio (karma) nel sapere che anche a loro come noi e come ad ogniuno piace stare nella propria NAZIONE , con una propria IDENTITA’ e SOVRANITA’.

Commenta