Roma, 27 lug – Sempre più frequentemente assistiamo ad attacchi informatici, soprattutto ad imprese o siti istituzionali, creando situazioni di disagio e perdite di denaro. L’obbiettivo di tutti questi attacchi è il possesso di dati, ogni singolo dato rubato in Italia costa alle imprese, in media, 143 euro. A livello globale si sale a 164 dollari. L’industria farmaceutica è quella che ci rimette di più: ogni dato rubato è costato 182 euro. Seguono il settore tecnologico (174 euro) e i servizi finanziari (173 euro). In Italia il danno medio è di 3,4 milioni di euro, il 13% in più rispetto al 2020. A livello globale, arriva a 4,35 milioni di dollari, il livello più alto degli ultimi cinque anni.

Gli attacchi informatici pesano sui consumatori

Per far fronte a tutti questi costi, la maggior parte delle aziende aumenta i prezzi dei prodotti e dei servizi, facendo pesare così le perdite sui consumatori. Questi cyberattacchi stanno acquisendo sempre un peso maggiore nel definire le sorti dell’economia globale, contribuendo all’incremento dell’inflazione e alle interruzioni nelle catene di approvvigionamento. A livello globale, quasi un attacco su cinque è causato da credenziali rubate o compromesse. In Italia, invece, il primo vettore è il phishing. Cioè una tattica che mira a ingannare la vittima, spesso via e-mail. Molto ricorrenti (un caso su dieci) sono i ransomware, attacchi che non si limitano a intromettersi nel dispositivo o nella rete ma la bloccano e chiedono un riscatto per liberarla.

Automazione e intelligenza artificiale

La cybersecurity è ancora ad appannaggio di una percentuale minoritaria di aziende, solo il 40% è in possesso di un livello sufficientemente maturo di sistemi “Zero Trust”, cioè con un approccio che presuppone – sempre, ovunque e per chiunque – autenticazione e verifiche. I vari rapporti hanno mostrato come la spesa in sicurezza informatica sia in realtà un investimento, in particolare quando rivolto ad automazione e intelligenza artificiale: le organizzazioni che hanno adottato in modo massiccio soluzioni di questo tipo hanno pagato mediamente 3 milioni di dollari in meno.

Andrea Grieco

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta