Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 set – Sta con Renzi senza se e senza ma e vuole i porti aperti. L’abito non farà il ministro, ma le posizioni politiche sì. E quelle del ministro alle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, sembrano piuttosto chiare e virano chiaramente verso una politica di accoglienza (quasi) indiscriminata: “Porti aperti con politiche inclusive e gestione europea dei flussi migratori”, ha spiegato la Bellanova a Lilli Gruber ieri sera a Otto e Mezzo. Per il ministro i porti vanno chiusi solo “alla contraffazione e alla concorrenza sleale”.

Le aziende vogliono gli immigrati

La Gruber insiste però sulla questione migratoria, chiedendo se il ministro voglia o meno controlli più severi su chi entra in Italia. La Bellanova, dopo aver ribadito la necessità di un accordo europeo per “far arrivare le persone e distribuirle sul territorio nazionale”, ha confessato alla Gruber che, mentre si stava recando agli studi di La7, è stata chiamata da “imprese che mi hanno detto che senza flussi migratori ben regolati, molte delle nostre produzioni marciscono nei campi. Molti dei lavoratori polacchi che prima venivano qui adesso vanno in Germania. Attenti a dire porti chiusi”, conclude la Bellanova lanciando un avvertimento che tradotto sembra dire “fate arrivare gli africani, che i pomodori a due euro l’ora sennò chi li raccoglie”.

Bellanova renziana di ferro

Sarà interessante ora vedere l’operato della Bellanova, considerando anche che sarà il “capo delegazione” dei renziani nel governo. L’ex bracciante ha infatti dichiarato “con la franchezza che mi contraddistingue” di stare chiaramente “con Matteo Renzi” e il suo “progetto politico ambizioso”. Per il ministro alle Politiche agricole “la parola scissione è fuori luogo e pericolosa”, visto che la decisione di Renzi “rafforza il governo e arricchisce l’offerta all’interno delle forze democratiche”.

Davide Di Stefano

La tua mail per essere sempre aggiornato

8 Commenti

  1. Brutta ed ignorante.

    Quali aziende vorrebbero sti sfaticati ?

    I bongos vogliono essere SOLO mantenuti … vanno nei supermercati a mendicare !!!! e vecchi scemi danno loro denaro perché , poverini , noi abbiamo sfruttato l’africa …. ma dove cazzo avete studiato ?????
    (e il negro becca tra i 50 ai 100 € al giorno … senza fare un cazzo)

    Poco fa ho mandato affa un negro cpn fisico da cantiere …

    va a laùrà (vai a lavorare)

    col cazzo che gli davo soldi per avermi ,non richiesto , salutato .

    E …romana chiesa massonica , li vuole per i 65 € die che i fessi italioti erogano ….
    basta concordato , basta 8 per mille e
    negri e kattokom fuori dalle balle !

    ITALIA agli ITALIANI !

  2. Mi dispiace, Bellanova mi era simpatica. Ma sostenere l’immigrazione incontrollata e’ il piu’ grave errore che si possa fare; un assegno in bianco intestato a Salvini.

  3. Ah beh se te lo hanno chiesto alcune imprese…Allora apriamo i porti. La gente in massa votava Salvini quasi solo esclusivamente per toglierci dai coglioni l’immigrazione verso l’Italia e se fosse stato il caso, mandar a quel paese l’Europa che ci prende per il naso con sta storia sin dall’inizio.
    Il fatto che questa persona sia ministro è vergognoso. Un piccolo segnale che le cose non saranno, ancora, come avremmo voluto.

  4. Evidentemente trattasi di Aziende Agricole, le stesse che i migranti li sfruttano alla grande e con l’ausilio del caporalato. Proprio una eminenza grigia la renziana Bellanova! Andiamo proprio bene !

  5. Ma non si vergogna a dire che le ditte vogliono gli immigrati ovviamente x pagarli meno mentre gli italiani muoiono di fame senza lavoro vergogna

Commenta