Roma, 6 gen – Berlusconi al Quirinale può recepirsi soltanto come qualcosa di impossibile. E questa è solo la premessa del ragionamento che faremo.

Berlusconi al Quirinale? Non sarebbe diverso dagli altri

Berlusconi al Quirinale sarebbe un nemico del Paese esattamente come tutti i presidenti della Repubblica degli ultimi 30 anni. Possiamo discutere di sfumature, di dettagli, ma sull’agenda internazionale probabilmente non cambierebbe granché. Questo sempre ricordando l’impossibilità quasi tecnica di un risultato del genere, visto lo stigma che pesa sul Cavaliere da decenni e la sola immagine di Male assoluto che stampa, magistratura e presunta intellighenzia di sinistra hanno consolidato dal 1994 ad oggi.

C’è poi – per onestà intellettuale – da rilevare che Enrico Letta non la dica nemmeno troppo sbagliata quando ricorda che il presidente della Repubblica non è praticamente mai un leader di partito o di governo. Gronchi, Saragat, Pertini, Cossiga, Scalfaro, Ciampi, Napolitano e lo stesso Mattarella (solo per citare gli ultimi) non lo sono mai stati. Che poi questa considerazione valga molto poco nella pratica, è ovviamente un altro discorso.

Ma Berlusconi, forse, potrebbe costituire un leggero imprevisto soltanto per una questione inerente la sua personalità istrionica, per certi versi megalomane. Quella sì che potrebbe sortire qualche effetto “non calcolato” dall’agenda globalista ed europeista, come d’altronde è avvenuto prima del colpo di Stato del 2011. Nel complesso però, ci sarebbe poca carne al fuoco: Berlusconi inquilino del Quirinale sarebbe quasi certamente un fedele esecutore degli ordini esterni, esattamente come i predecessori. Come d’altronde dimostra anche la penosa parabola di Forza Italia negli ultimi anni.

Non succede, ma se succede…i fegati a sinistra

È una situazione impossibile, quanto meno alle condizioni che recepiamo oggi, 6 gennaio 2022, e che durano da quasi 30 anni. Ma giocare male non fa. E sarebbe davvero interessante solo per un motivo: per registrare le reazioni isteriche a sinistra. Niente che abbia minimamente a che fare con la sostanza e, soprattutto, con una politca vera. Credo sia sufficiente anche soltanto la dichiarazione di uno a caso, Oliviero Toscani, che ieri all’Adnkronos ha parlato addirittura di “guerra civile“, in caso di elezione del “Male assoluto”.

“Sono disgustato solamente a sentire una roba simile. Ma stiamo scherzando? E non sono l’unico, è una cosa ridicola. Smettiamo di fare i burattini. Ci sarà la guerra civile, non è possibile, è la più grossa barzelletta che si possa raccontare agli italiani, la più grande stupidaggine che possiamo fare come Paese. E’ incredibile, ma io mi domando: ma che Paese siamo? Solamente a proporre una figura simile, inguardabile, condannato, bunga bungista. E’ un Paese imbecille solamente a pensare una cosa così. Ha rovinato l’Italia, ha fatto diventare l’Italia un Drive-In”. Magari una barzelletta lo è: troppi ostacoli e troppa formazione pluridecennale a solidificarli. Ma siamo onesti: sarebbe divertentissimo. Come ogni buona barzelletta.

Stelio Fergola

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. Barzellette a parte: la destra di sistema, compreso il “venezia B.”, ha un solo nome da proporre: Carlo Nordio ! Solo con un potente giudice “libero” si potrà non solo piangere e ridere…, sono arrivati a quest’ ultima possibilità. Inutile negarlo. Non a caso, dall’ altra parte fanno il nome della suorina tutta comunione e liberazione, senza confessione, ovviamente. Si sveglino se hanno un rimasuglio di dignità.

  2. Egr.Ti stai a dimenticare il motivo più importante del perchè l’evasore ‘decretato da sentenza’ non può nè deve arrivare ad occupare quel posto…la parte dx del cosìddetto cdx ha un FRATELLO da ricordare e ‘venerare’ per sempre,soprattutto se ‘la fiamma’ rimane ancora nel simbolo.NOSTRO FRATELLO è stato purtroppo ammazzato da mano politico-mafiosa e non ci si può permettere che si rivolti nella tomba al solo ‘vedere’ la mano di un suo fratello segnare il cognome Berlusconi sulla scheda.Il resto è solo ‘storiella’.

  3. Almeno avesse ragione toscani; con una santa guerra civile certi cialtroni verrebbero spazzati via definitivamente!!

  4. So bene, Loscuro, ma ho scritto dx di sistema, “loro” per intenderci… (tieni presente che anche G.Lerner ha scritto un libro famoso con F.Cardini, non proprio deprecabile). Che almeno non facciano sempre furbescamente pure i cadaveri con i conservanti !

  5. Berlusconi è stato l’ultimo presidente del consiglio legittimato dai risultati elettorali.
    Non credo che sia stato lui a rovinare l’Italia.

Commenta