Roma, 1 nov – Joe Biden contro le aziende di petrolio, proseguendo la dimostrazione delle preoccupazioni della Casa Bianca su una crescita dei prezzi eccessiva nei prossimi mesi.

Biden alle aziende di petrolio: “Abbassate i prezzi”

Il presidente americano Biden la butta, ovviamente, sul popolare, affermando che “i profitti delle industrie del petrolio degli ultimi tempi sono di una grandezza scandalosa”. E quindi se, come riporta Tgcom24, le cosiddette Big Oil “non cambieranno qualcosa, pagheranno una tassa più alta sui profitti extra”. Esse infatti “hanno l’opportunità di abbassare i prezzi per i consumatori. In caso contrario, pagheranno una tassa più alta sui loro profitti in eccesso e dovranno affrontare altre restrizioni”. Serve concedere “un po’ di respiro ai consumatori” afferma l’inquilino della Casa Bianca.

L’ipocrisia: “Smettete di trarre profitto dalla guerra”

Il presidente ha chiesto alle grandi compagnie petrolifere di “smettere di trarre profitti dalla guerra” in Ucraina, ricordando quanto da quando la Russia ha invaso il Paese i prezzi della benzina negli Stati Uniti si fossero alzati. In ogni caso un discorso analogo andrebbe fatto anche per il gas (sebbene, ovviamente, sia ingenuo aspettarselo). Il governo americano, in ogni caso, è preoccupato per la crescita dei prezzi con particolare attenzione nell’ultimo mese, specialmente dopo la decisione di Opec plus di tagliare la produzione ad inizio ottobre.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta