Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 lug – Laura Boldrini è una macchina da propaganda inarrestabile. L’incarnazione stessa del pensiero unico, che si tratti di parità di genere o accoglienza, lei non fa distinzione ed è sempre lì in prima linea pronta a rieducarci. E così dopo aver tessuto le lodi dello “stile di vita dei migranti”, aver fatto le barricate sulla dicitura “ministra” e “sindaca”, fino ad arrivare pochi giorni fa a presenziare ai funerali di Emmanuel a Fermo e annunciare la formazione di una “Commissione contro Odio e Razzismo”, oggi assistiamo ad un nuovo atto ideologico dell’instancabile Laura: l’inaugurazione della “Sala delle Donne” nel palazzo di Montecitorio, un riconoscimento e un tributo alle donne che hanno fatto la Repubblica Italiana.

La presidente della Camera, alla presenza di alcuni ospiti tra cui il ministro Boschi e la presentatrice Serena Dandini, ha mostrato i 21 ritratti delle donne costituenti, delle prime 10 “sindache” elette nelle elezioni amministrative del ’46, della prima presidente della Camera Nilde Iotti, della prima donna ministro Tina Anselmi e della prima presidente di Regione, Anna Nenna D’Antonio. Sulla quarta parete della stanza infine sono stati apposti degli specchi che stanno ad indicare le tre cariche ancora mai ricoperte da una donna: presidente del Consiglio, presidente del Senato e Presidente della Repubblica.

Affianco la dicitura “potresti essere tu la prima”, a dimostrazione della mentalità a metà tra fanatismo delle quote rosa e un talent show, dove la “missione di civiltà” è far sì che quel dato ruolo venga ricoperto da una donna, senza crucciarsi troppo sul “come” venga ricoperto. La Boldrini ha spiegato come tutto questo serva a dare “enpowerment” alle donne, utilizzando senza motivo un anglicismo superfluo,: l’attenzione al linguaggio evidentemente esiste solo ed esclusivamente in funzione della parità di genere forzata.

 

Davide Romano

 

1 commento

  1. La Boldrini a mio avviso con la sua attività viola costantemente la costituzione per cui ha giurato fedeltà. Mi chiedo perché nessuno la denuncia per alto tradimento?

Commenta