Roma, 8 feb – Justin Trudeau ancora contro i camionisti, come riporta l’Ansa. Dopo oltre dieci giorni di protesta in Canada, il primo ministro chiede ai manifestanti di fermarsi. Il premier era stato costretto a fuggire dalla capitale e ad essere messo al sicuro in località segreta dalle forze dell’ordine.

Trudeau ai camionisti: “Necessario che mobilitazione si fermi”

Dunque il premier canadese Trudeau ha ammonito i camionisti, che ormai bloccano il centro di Ottawa da oltre dieci giorni, per protestare contro le misure sanitarie anti-Covid e contro l’obbligo vaccinale. Trudeau ha chieso di porre fine alla mobilitazione, dopo che il sindaco della capitale canadese gli aveva chiesto aiuto. “È necessario che la mobilitazione si fermi” ha ribadito il premier, dopo una settimana di isolamento a causa del Covid. Lo ha fatto durante un dibattito organizzato d’urgenza alla Camera dei Comuni.

“L’unica via è ascoltare la scienza”

Il premier ha poi aggiunto: “I canadesi sanno che l’unica via d’uscita è continuare ad ascoltare la scienza“. E infine, la promessa che “il governo federale risponderà”. Ma ancora nessuna misura annunciata, nonostante le richieste del sindaco di Ottawa Jim Watson, che tra l’altro aveva anche invocato l’invio di 1.800 agenti di polizia aggiuntivi oltre a un mediatore, per poter porre fine all’assedio nella capitale canadese. In ogni caso, le proteste in Canada proseguono, e per ora non sembrano accennare una frenata. In un Paese che, al momento, è una piccola mosca bianca, in un quadro occidentale generalmente sottomesso alle imposizioni anti-Covid che hanno preso il largo in gran parte delle Nazioni.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Se si ascoltasse veramente la scienza e i dati sulla tollerabilità sui prodotti sperimentali genici, Trudeau e tanti politici e loro servi nella medicina e giornalismo verrebbero subito processati

Commenta