Roma, 18 feb – L’aiuto o presunto tale del governo per il caro bollette è completamente inutile. E lo sappiamo da settimane. Allo stato, la notizia dei “famosi” 7,5 miliardi di sostegno promessi da Draghi, pubblicata da tutti i giornali mainstream come Tgcom24, altro non è se non uno specchietto per le allodole.

L’aiuto del governo per i caro bollette, di fatto, non c’è

L’inesistenza dell’aiuto del governo per il caro bollette è dimostrabile guardando soltanto alle cifre, peraltro note da settimane. Già a fine gennaio da Confartigianato si denunciava l’ammontare complessivo degli aumenti per imprese e famiglie, il cui contenuto riportato pure da NewsInQuota recitava:”I dati però dicono che il rincaro di luce e gas per l’anno in corso ammonta complessivamente a 89,7 miliardi, di cui 58,9 miliardi in carico alle imprese e il resto alle famiglie. Significa che il tasso di copertura degli aiuti governativi supera di poco il 6%”.

E va considerato un altro aspetto: quel 6% è in realtà una percentuale ancora più bassa, visto che alla fine di gennaio si prospettava una cifra che, seppur di poco, era superiore agli attuali 7,5 miliardi comunicati ufficialmente (nella fattispecie, 10,2 miliardi). Insomma, parliamo di un aiuto, di fatto, completamente inesistente, incapace di coprire pure una minoranza corposa del salasso drammatico che colpirà gli italiani nel corso del 2022.

Il “no” di Draghi allo scostamento di bilancio

E siamo sempre all’annosa, ma anche quotidiana questione. Come può uno Stato intervenire per sostenere un’economia al collasso se non ha il potere neanche di investire denaro? Evidentemente, non può. La gabbia economica in cui ci troviamo da tre decenni ha imposto anzitutto queste restrizioni. Ma se neanche gli scostamenti di bilancio sono possibili, specie in una situazione emergenziale come quella energetica, allora è praticamente inutile parlare di qualsiasi sostegno per il caro bollette. Tanto varrebbe ammettere che di aiuto concreto non ce ne sarà alcuno, ma evidentemente non conviene dichiararlo esplicitamente, e allora vanno bene pure le dichiarazioni di circostanza e le promesse di aiuti i quali, di fatto, non aiuteranno proprio nessuno. Mario Draghi, sul punto, è stato piuttosto netto nei giorni scorsi: “No” allo scostamento di bilancio, come riportava anche ilSole24Ore.

E il caro bollette? L’importante, a questo punto, è esprimere qualcosa. Che sia sostanzialmente futile, poco importa.

Stelio Fergola

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. E vi aspettate qualcosa da un governo che stà attuando il grande reset pubblicizzato dagli sgherri degli usurai stranieri in cui vogliono imporre il controllo biologico con veleni genici e digitale con qr code e nanotecnologie nei corpi??
    Le elites massoniche oligarchiche, contrapposte alle elites massoniche democratiche, ci vogliono tutti poveri e soggiogati, se non addirittura ridotti molto di numero, ed il piano stà andando avanti

    L’ AIFA di Speranza che risponde al governo e fornisce le menzogne ufficiali sui morti e invalidi da terapie geniche sperimentali, è la stessa che approva i farmaci costosissimi delle industrie.Miliardi di euro che ovviamente vengono scaricati sul SSN che noi paghiamo indirettamente con tasse allucinanti.
    I membri dell’ AIFA vanno assolutamente indagati per attentato alla salute degli italiani e strage sia per aver approvato i veleni genici e sia per aver mentito sugli effetti collaterali.Sarà anche da verificare se vi siano interessi privati in atti d’ufficio.No sono solo i soldi “interessi privati” come già successo per Poggiolini o Di Lorenzo ma anche avanzamenti di carriera o altri benefici.

    Notare che su google il Minsan di Speranza l’ignorante di medicina continua a parlare di “vaccino” sicuro per chiunque, bambini e donne gravide comprese(impossibile sia sicuro per chiunque dato che a medio lungo termine di questi veleni non si puo’ ancora sapere nulla ).
    Affermare come “sicuro” un farmaco è proibito nella promozione da parte delle ditte dagli avvocati stessi delle società farmaceutiche e quindi puo’ essere un ottimo appiglio legale per persone distrutte da questi veleni per avere i danni rilevanti dallo stato(che deve rivalersi sui beni di Speranza e compari)

    Siamo a 38.983 morti sospette e 3.530.362 danni sospetti da “vaccini” COVID nel database ufficiale in cui entrano le segnalazioni degli effetti avversi per l’europa denominato EudraVigilance(EMA) ; l’ Italia dovrebbe avere 1/7 di queste denunce avendo 1/7 della popolazione europea e quindi sulle 7 mila morti sospette e centinaia di migliaia di altri danni .Da noi pero’il regime ha stabilito di fare “sorveglianza passiva” contro tutti gli altri paesi eurpei che hanno la “sorveglianza attiva.
    Gli stessi dati europei sono molto sottostimati dato che solo una piccola parte viene comunicata poichè spesso il paziente o il medico non lo correla o il medico non ha voglia o ha paura di segnalare l’evento avverso.Negli USA si stima che al massimo un 10% dei danni da vaccino vengano segnalati o rilevati!!

    L’Aifa dice che a Dicembre 2022(dati tenuti nascosti per oltre un mese ma subito comunicati ai loro padroni europei)) i morti da questi veleni sono stati 22 sugli 800 morti a loro segnalati dopo “vaccinazione”!
    Degli 800 morti da “vaccino” l’ AIFA non si sà come ne ha subito esclusi il 75%!Ne sono rimasti solo 200 per loro “forse” correlati di cui dicono 178 “ancora da verificare”(”!!) quindi alla stampa hanno comunicato 22 morti per ingannare il popolo italiano e fare anche il reato di abuso della credulità popolare !! (22+178= 200 ma il numero, falso anche esso, avrebbe messo paura!!)
    Tra i 22 morti guarda caso vi sono solo ottantenni e nemmeno la Camilla Canepa diciottenne è inclusa, sebbene un tribunale ha stabilito il nesso!!Hanno anche usato altri vari trucchetti tra cui escudere qualsiasi morto dopo 14 giorni dall’ iniezione quindi se uno và in coma dopo il veleno e muore al 15° giorno viene da loro escluso!

Commenta