Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 ago – E’ ghanese, ha 18 anni, si chiama Djibril Mohamed. No: nessun incipit per strazianti narrazioni stile MamAfrica, ma la cronaca dell’ennesimo fatto di cronaca. Tal Mohamed è stato arrestato per rapina aggravata in concorso. Il perché, di seguito spiegato. La scorsa notte a Catania, verso le 3,30, due extracomunitari sub sahariani si sono introdotti nell’abitazione (sita nel centro storico) di un commissario della Polizia di Stato. I malviventi hanno approfittato di una porta finestra aperta, svegliando il poliziotto per i rumori sospetti.
Violento lo scontro che ne è scaturito: la foto del volto, insanguinato, del padrone di casa, parla chiaro. I due extracomunitari erano difatti muniti di un oggetto contundente, utilizzato durante la colluttazione. Nel tentativo di fuggire, sono poi caduti dallo stesso balcone dal quale si erano introdotti. Impattando, così, contro il marciapiede. Solo allora, il commissario aggredito è riuscito a braccare uno dei due ladri. L’altro, lo stesso Mohamed di cui sopra, si è dapprima divincolato imbattendosi poi nella locale Squadra Mobile: immediato l’arresto.
Il Djibril, in possesso dallo scorso ottobre di permesso di soggiorno per motivi umanitari, non è certo nuovo alla giustizia: minacce, percosse e violenze ai danni di operatori della comunità che lo ha ospitato, fra i suoi illustri precedenti. Come se non bastasse, era già noto per la detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Dulcis in fundo, l’11 luglio è stato denunciato sempre per furto ai danni della comunità ospitante. Cosa diranno, per esempio, i patetici manifestanti di Rocca di Papa (sindaco in primis)? Che pure gli italiani rubano: cosa che peraltro, il primo cittadino, ha detto per davvero.
Chiara Soldani

6 Commenti

  1. La polizia è così solerte nel disarmare Italiani onesti che abbiano avuto la sfortuna di essere stati aggrediti da un negro… Che mi pare giusto che, ogni tanto, una qualche legnata tocchi anche a qualcheduno di loro!!!…..

  2. La polizia è così solerte nel disarmare Italiani onesti che abbiano avuto la sfortuna di essere stati aggrediti da un negro… Che mi pare giusto che, ogni tanto, una qualche legnata tocchi anche a qualcheduno di loro!!!…..

  3. permettetemi un “off topic” partendo da questo ennesimo fatto di cronaca ad opera dei famosi “scappati dai lager libici”.
    ora se un Commissario di Polizia di CATANIA in servizio (che sicuramente non deve essere molto simpatico a Mafia & Delinquenti vari) non tiene la sua Beretta 92 in pronto operativo,come si evince dai fatti descritti,siamo davvero sicuri che un tal Saviano abbia bisogno di una scorta degna di un Capo di Stato per un paio di libri ?

  4. 18 anni… sicuramente anche lui un “minore non accompagnato”, alias “bambino” secondo la definizione della tv, quindi con accesso diretto sul territorio?

  5. RITRATTONE DI FRANCO GABRIELLI BY PERNA – E’ IL POLIZIOTTO CHE FA IL DURO SOLO CON GLI ITALIANI: NESSUN CAPO DELLA POLIZIA È MAI STATO COSÌ INDULGENTE CON GLI IMMIGRATI. HA CENSURATO GLI AGENTI CHE SGOMBRANO GLI STRANIERI A ROMA – DA PREFETTO FECE CARICARE I RESIDENTI CHE SI OPPONEVANO AI CLANDESTINI…
    http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/ritrattone-franco-gabrielli-by-perna-rsquo-poliziotto-che-fa-156638.htm
    Della serie: chi semina vento, raccoglie tempesta!!
    Saluti.
    Fabrice

Commenta