Il Primato Nazionale mensile in edicola

gol di Nainggolan in Inter RomaMilano, 27 feb – In attesa del carnevale ambrosiano, a Milano va in scena uno scherzetto calcistico sul prato di San Siro dove la vittima è l’Inter e l’autore, spietato, è il centrocampista più forte della Serie A: il romanista Radja Nainggolan. Inter-Roma, infatti, è terminata con la vittoria della squadra capitolina per tre reti ad una e due di queste portano la firma del Ninja, soprannome che Nainggolan si porta dietro dall’esperienza a Cagliari.

Corpo trasformato in una vera e propria opera d’arte per via dei numerosi tatuaggi, taglio di capelli che cambia quasi ogni settimana: non è difficile distinguerlo. A ciò aggiungiamo le sue esternazioni in cui ammette, a modo suo, di non amare particolarmente la Juventus. Nato ad Anversa nel maggio del 1988 da madre belga e padre indonesiano parla perfettamente quattro lingue, spaziando dal fiammingo all’italiano, parlato con un marcato accento romano. A queste conoscenze linguistiche, si aggiunge quella calcistica, messa in pratica ieri sera con i due missili che hanno infilato Handanovic e con una prestazione mostruosa, rivelatasi una vera e propria lezione per il giovane interista Gagliardini, autore comunque di una discreta partita.

Nainggolan sta dimostrando di gestire il centrocampo romanista con tecnica, forza ed una naturalezza tale che potrebbe giocare tutte le partite con la sigaretta in mano, altra peculiarità di questo ragazzo, vero e proprio idolo della tifoseria giallorossa. In un campionato che, di fatto, non ha più nulla da dire, le prodezze del Ninja sono sempre un piacere per gli appassionati di calcio, soprattutto per il fatto che Nainggolan rimane un personaggio antitetico rispetto al politically correct.

Giacomo Bianchini

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. A mio parere il campionato non è affatto chiuso, se per la salvezza ormai è una lotta finita resta la lotta per il terzo posto, riaperta dall’Atalanta sabato, senza contare che la Juventus deve ancora andare a Bergamo, Napoli e Roma, dove potrebbe perdere punti decisivi.

  2. Se per Pogba hanno avuto il coraggio di spendere 100 milioni di euro, quanti ne dovrebbero cacciare per Naingollan?? Minimo vale due Pogba..

Commenta