Roma, 10 feb – “Liberi tutti” sia a Londra che – in misura simile –  a Parigi, come riporta Tgcom24. Sarà la volta buona per la fine dell’emergenza?

“Liberi tutti” a Londra e Parigi

Liberi tutti, sia a Londra che a Parigi. In tutta l’Europa, in generale, le restrizioni calano. Chi è più avanti è ancora una volta la Gran Bretagna, con un mese di anticipo. La Francia, nel frattempo, revoca il super green pass alla fine di marzo. E il ritorno alla normalità sembra vicino anche negli Stati Uniti, dove a New York abbandonano le mascherine al chiuso.

Boris Johnson è il primo a dare un “liberi tutti” che in Gran Bretagna partirà dal 21 febbraio, data a partire dalla quale finiranno le restrizioni oltremanica. D’altronde i britannici erano già stati i primi a liberarsi delle mascherine a fine gennaio, quando il governo aveva deciso di puntare solo alle vaccinazioni riducendo al minimo le restrizioni. Anche l’obbligo di autoisolamento in caso di positività dovrebbe cadere a breve, se i dati continueranno ad essere incoraggianti.

Verso la fine dell’emergenza?

Sì, dovremmo esserci. Gli indizi portano tutti in una direzione, ed è quella della fine dell’emergenza pandemica. Per carità, tutto ancora può accadere, ma le dichiarazioni dei governanti occidentali, ormai, sembra indirizzata verso una strada piuttosto sgombra. Anche nel breve termine si prospetta quindi l’avvio di una fase di convivenza – più o meno pacifica  – con il Covid. Vedremo se ci saranno degli – ovviamente sgraditi – colpi di scena.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta