Roma, 4 feb – È opportuno e logico parlare di crisi della Lega. Per una serie di ragioni, riassunte da Repubblica.

La crisi della Lega nei sondaggi e sui social

L’elezione bis di Sergio Mattarella non ha fatto bene a Matteo Salvini. Un’ovvietà, forse, ma farci fronte è tutt’altra storia. E così la crisi della Lega si riflette anzitutto nel crollo dei sondaggi, che solo qualche giorno fa davano il Carroccio al 17,2 contro il 19,1 di un mese fa, adesso si rileva, per bocca di Antonio Noto, un crollo addirittura più consistente: “Il livello di fiducia è sceso di tre-quattro punti”, afferma lo stesso sondaggista.

E sui social non va meglio. Le critiche sulla pagina ufficiale di Salvini cominciano ad essere più consistenti. Traspare la delusione per una scelta, quella addirittura di acclamare la rielezione di Mattarella, recepita come un tradimento da molti elettori. Nel frattempo, il leader del Carroccio affronta la difficile ripartenza dalla quarantena, in quanto positivo al Covid. Ma intanto assicura: “Nessun strappo nel governo”.

Quanto è lontano quel 34%

Il 34% ottenuto alle elezioni europee del 2019 è un lontano ricordo. La crisi della Lega diviene più evidente soprattutto riflettendo questo dato incredibile, e su un consenso che si è praticamente dimezzato in pochissimo tempo. I dirigenti del partito, forse, dovrebbero almeno aprire allo spazio di una riflessione. Perché non sembra che gli elettori abbiano perdonato le loro scelte. Soprattutto riguardo l’appoggio al governo Draghi. Ma più in generale, forse occorerrebbe riflettere sulle tematiche che fecero esplodere – in senso positivo – il partito ormai più di due anni fa.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. A Salvini lo voteranno al massimo i leghisti irriducibili e con 5 o 6 dosi ad inizio 2023.Certo non lo voteranno chi perderà il lavoro perchè non vuole fare da cavia gratuita con scarico di responsabilità a veleni tossici di industrie chimiche private.
    Altri che lo voteranno sono quelli contenti del controllo digitale totale e di fornire data di nascita e nome anche per andare alle poste.Questi dati sono ottimi per eventuali pedofili nel caso di bambini che si presentano nei negozi o altrove e per pedofili e criminali vari con accesso a tutti i dati dei movimenti giornalieri dei bambini

  2. I populisti hanno come Salvini sono stati messi sotto controllo del sistema. Non è servito a nulla votare Lega al 34% alle europee per poi ritrovarsi con La Ursula che fa da maestra e con Draghi che lavora per gli usurai.

  3. I dati ufficiali AIFA, tenuti ben nascosti agli italiani da Settembre 2021 ma comunicati ai loro padroni europei, parlano di 120 mila effetti collaterali nelle cavie dei prodotti genici a Dicembre 2021.Considerando che 1 su 6 è grave siamo a 20 mila effetti gravi, compresa la morte!!.
    Negli USA si calcola che i casi di effetti collaterali da vaccini sono sottoriportati dalle 20 alle 40 volte.Anche se considerassimo un fattore di 10 siamo tranquillamente a 200 mila effetti gravi!!! Cifra credibile dato che molte persone che incontro mi riferiscono di gente colpiti dalla tossicità di questi veleni .
    I casi vengono sottoriportati dato che molte cavie non collegano l’effetto avverso ai prodotti genici cosi’ come i medici, per ignoranza o paura di essere considerati critici nei confronti del sistema e di essere espulsi dalle molte associazione mediche vergognose e criminali che partecipano ad una strage silenziosa.Ancora piu’ grave il caso della società di pediatria che non puo’ non conoscere i dati inglesi ufficiali che dichiarano un rischio di morte di 52 volte superiore nei bambini cavie rispetto ai non trattati!!!

Commenta