Roma, 27 feb – Luigi Di Maio assicura 110 milioni di euro di sostegno a Kiev per la guerra. Lo rende noto l’Ansa, mente i negoziati latitano.

Di Maio: “Da noi 110 milioni per Kiev”

Riunione di coordinamento alla Farnesina. Presiede il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che parla all’ambasciata a Kiev. Nel pomeriggio il ministro parteciperà al G7 esteri e al Consiglio Affari Esteri, riunioni straordinarie convocate per l’emergenza. La dichiarazione del grillino è la seguente: “Ho comunicato al collega Dmytro Kuleba di aver appena firmato la delibera che dispone l’erogazione immediata di 110 milioni di euro al governo di Kiev, come espressione concreta della solidarietà e del sostegno dell’Italia a un popolo con cui coltiviamo un rapporto fraterno.”.

“Ucraina sotto assedio”

Per Di Maio, che ne scrive su facebook, “in questo momento l’Ucraina è sotto assedio senza avere una colpa, attaccata con continui bombardamenti dal governo russo. La pace è l’obiettivo per cui tutti noi continuiamo a lavorare ogni giorno e alle armi russe replichiamo con le sanzioni: l’unica via per fermare questa folle guerra.Stiamo mettendo in campo sanzioni sempre più dure e già al Consiglio Affari Esteri di oggi ci prepariamo a discuterne altre. L’Ue e tutti gli alleati devono far fronte comune e continuare a dare grande prova di compattezza. Avanti con determinazione in questa ‘resistenza europea’ alla violenza di Putin”

Alberto Celletti

 

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Come e a chi andranno questi denari ? Una cosa è vera: “l’ Ucraina è sotto assedio senza avere una colpa”. Come tanti anni fa, bolscevici, causanti circa dieci milioni di morti. Ma ora le cause sono endogene e non propriamente originate da est… Finirà senz’ altro meno peggio a riprova che il tempo non passa del tutto invano ? Ce lo auguriamo tutti per davvero, anche se non è pagando continuamente satrapi e yes men prezzolati che si fa la cosa giusta. Il concetto capisco non è alla portata del ns. attuale ministro degli esteri.

  2. Quando bastava negoziare con piu testa o rieleggere Trump. Ora milioni dei nostri soldi vanno a tappare i buchi di una diplomazia faalimentare. Arriveranno con uno SWIFT arcobaleno e di questo siamo molto gaii.

  3. Fra poco gli daranno un biglietto del SuperEnalotto, visto che il jackpot ha superato abbondantemente la soglia dei 110 milioni di euro.
    Non è una banalizzazione.
    Buona fortuna

Commenta