Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 12 dic – “Io non li sopporto più! Ci hanno rovinato la vita! (…) Abbiamo incanalato la partecipazione su percorsi democratici belli! Belli! (…) Io non sono così! Io non ci voglio stare qua dentro! Io voglio che i cittadini devono votare!”. Non è lo sfogo di un qualche “hater” di Facebook, il post indignato di una cinquantenne arrabbiata con la kasta, ma le dichiarazioni di Alessandro Di Battista, che ai microfoni chiede a gran voce di andare alle elezioni. Enfatico, ridondante, drammatico, sognatore: è lo stile del “Dibba”, questa volta esasperato dai giochetti di una classe politica, di una “partitocrazia” che non vuole far andare a votare i cittadini.

Qualcuno su Facebook ha rivisitato l’intervista di Di Battista, che con l’aiuto di qualche schermata e la musica giusta, ci mette ben poco a diventare un trailer ottimo per un film epico. In poche ore il video è già diventato virale. Del resto sul percorso tracciato dai finti trailer cinematografici di Maccio Capatonda, il Dibba non sembra sfigurare. E per farlo non deve nemmeno recitare, basta che interpreti se stesso.

Davide Romano