Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 28 apr – Negli scorsi giorni ha sollevato molte polemiche la decisione del collettivo Deliverance Milano, composto da “riders” (fattorini di cibo a domicilio) di pubblicare una lista di vip che non lasciano mai la mancia alla consegna.



Nella lista pubblicata sulla loro pagina Facebook, i riders delle varie food companies (ad esempio Glovo, Foodora, Deliveroo) hanno incluso personaggi come Salvatore Aranzulla, Teo Mammucari, Cristian Abbiati, Rocco Hunt, Wanda Nara e Mauro Icardi, Platinette e, dulcis in fundo, Fedez e la sua “dolce metà” Chiara Ferragni.

Platinette: “Questa lista è un’intimidazione”

Mauro Coruzzi, ovvero Platinette, ha rilasciato un’intervista a Radio Capital nella quale ha sostenuto con veemenza che la lista pubblicata dai ridersi di Deliverance è a tutti gli effetti un “un’intimidazione”. “Mi rivolgerò ad una signora brasiliana che cucina benissimo” ha quindi dichiarato la drag queen “e costa molto meno dei rider”.

Fedez: “Lista di proscrizione stile fascismo”

Chi invece ha deciso di reagire pubblicando un video di risposta al comunicato del collettivo di fattorini, è stato Fedez. “La notizia è totalmente infondata” dichiara il rapper milanese “Parlano di lotta di classe 2.0 e pongono attenzione sulle mance che sono il non plus ultra dello sfruttamento capitalistico. I lavoratori non possono essere obbligati a dipendere dalle mance dei clienti. E i clienti non sono quindi obbligati a darle.”

Nel video, il marito di Chiara Ferragni se la prende anche con i giornalisti rei, a suo avviso, di aver riportato questa lista “sensazionalistica”  per fare click bait, senza però curarsi di verificare se tali informazioni “infamanti” corrispondessero o meno a verità. Prima di questa critica, però, Fedez si lascia andare ad una “stoccata” nei confronti del collettivo Deliverance Milano che lo hanno accusato di fare il “comunista col Rolex”. “A me le liste di proscrizione con i nomi e cognomi hanno sempre puzzato di fascio” dichiara il l’ex socio di J-Ax.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Quindi se i poveri rider pretendono un po’ di umanità e comprensione della loro vita di sacrifici espressa tramite una mancia data da uno straricco, sono dei fascisti per questi radical scic.Oramai chiunque non è schiavo silente di questi arricchiti tirchi è un fascista.E solo loro possono dare la patente del giusto o del fascio?La buona notizia è che gli italiani in difficoltà sono la maggioranza e se si accorgono che al primo lamento gli viene dato del fascista, apriranno gli occhi e gli manderanno finalmente dove meritano.

  2. quanto vi aizzate quando vi colpiscono nel vivo ….. la verità fa male forse?????? io da povera proletaria rispettosa comunque del lavoro altrui la mancia (povera sicuramente ma le mie tasche sono quelle che sono) la lascio SEMPRE proprio perchè HO RISPETTO DELLA GENTE CHE LAVORA!!!!! FORSE E’ QUESTO CHE MANCA AI VIP …… BUONA VITA BARBONI

Commenta