Milano, 3 dic –  Vittorio Feltri si schiera con Giorgia Meloni e lo fa as usual sul suo profilo Twitter, un vero compendio di osservazioni sulla politica – e sovente anche sulla vita.

Lo scontro sul Mes

L’oggetto della discussione è lo scontro in aula del Senato che c’è stato sul Mes tra l’opposizione e l'”avvocato degli italiani” Giuseppe Conte. Dopo l’intervento al vetriolo di Salvini, tra i memorabili, c’è stato anche quello di Giorgia Meloni. “Conte ci riempie di menzogne insieme a tutto il suo governo” aveva detto la Meloni. “Conte ha letto 44 minuti di resoconti parlamentari per poi contraddire ciò che ha fatto il suo governo”. Ma non si è risparmiata nemmeno con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: “L’11 dicembre vediamo cosa fa Luigi Di Maio, cosa fa il M5S… Basta coi proclami: abbaiate alla luna sui giornali e vi nascondete con la coda tra le gambe dentro al Palazzo. Se ritenete davvero che questo trattato così com’è non si possa sottoscrivere, dimostratelo quando arrivano in Aula gli atti parlamentari perché il trattato è perfettamente emendabile e l’Italia lo può ancora fermare. Ed è lei che lo decide, Di Maio. Una volta tanto alzate la testa, riscattatevi, dimostrate che la vostra poltrona vale meno dei risparmi degli italiani“.

Feltri: “Forza della natura”

“Giorgia Meloni è una forza della natura” scrive Feltri su Twitter dopo aver assistito al suo discorso “i suoi interventi sono puntuali e irresistibili””. Tanto perché danno a Feltri del maschilista o dell’insensibile nei confronti delle “minoranze”; quando una donna parla bene, lui condivide. Ma non chiedetegli di censurarsi …

Ilaria Paoletti

Commenta