Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 apr – Ferrero prosegue la sua marcia inarrestabile nel mercato americano, ribaltando così la tendenza contraria. L’azienda italiana infatti si è aggiudicata una serie di storici marchi della Kellogg, la multinazionale statunitense famosa per i cornflakes che da oltre cento anni riempiono le credenze delle case di tutto il mondo. Keebler, Mother’s, Murray’s e Famous Amos, marchi meno conosciuti in Italia e che producono in particolare i tipici biscotti al cioccolato americani, snack e coni gelati, sono stati acquistati dalla Ferrero.

Un’operazione che si aggira intorno ai 1,3 miliardi di dollari, con la quale l’azienda italiana ha battuto la concorrenza della statunitense Hostess Brands. Non è la prima conquista internazionale del colosso di Alba (Cn) che nel 2018 aveva acquisito il business dolciario della Nestlè negli Usa e ancora prima, nel 2017, si era aggiudicata la Fannie May, società a stelle e strisce del cioccolato premium.

Un colosso inarrestabile

La crescita della Ferrero continua dunque senza freni. Se già con le acquisizioni dello scorso anno era divenuta la terza più grande azienda dolciaria degli Stati Uniti e la terza mondiale nel mercato del cioccolato, adesso la multinazionale italiana compie un’ulteriore azione strategica che ne aumenta i profitti.

“Il business di Kellogg dei biscotti, degli snack alla frutta, dei gelati e delle crostate rappresentano un’eccellente soluzione strategica per Ferrero – ha dichiarato Giovanni Ferrero, presidente esecutivo del Gruppo – perché consentono di continuare ad aumentare la nostra presenza complessiva e l’offerta di prodotti nel mercato nordamericano”. Secondo il ceo della Ferrero, Lapo Civiletti, si tratta di un’operazione importate “per diversificare in modo significativo il nostro portafoglio e sfruttare le nuove entusiasmanti opportunità di crescita nel mercato dei biscotti più grande del mondo”.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta