Roma, 7 lug – Il Franciacorta a rischio di crollo produttivo a causa della siccità. La vendemmia potrebbe infatti vedere precipitare la propria tenuta nelle prossime settimane, come riporta l’Agi.

Franciacorta nel mirino della siccità

Fabio Lantieri, tirolare della cantina omonima Lantieri de Paratico, così si esprime alla stampa: “È realistico pensare che almeno il 20-30%” della raccolta dell’uva mancherà”. Il leader dell’azienda pluripremiata a livello globale aggiunge che “fino a questo momento ce la siamo cavata, perché qualche sporadica pioggia c’è stata. E le viti non sono ancora in sofferenza”. Il futuro, però, è fosco: “Manca più di un mese alla vendemmia e a questo punto sarebbe molto importante che piovesse: questa è la fase in cui nell’uva inizia la trasformazione zuccherina, si gonfia per poi rilasciare il mosto che servirà per il vino”.

“Le prossime due settimane saranno cruciali”

Lantieri esprime così la sua preoccupazione: “Dobbiamo proprio sperare nella pioggia. Di certo, d’ora in avanti anche per noi la siccità rischia di pregiudicare la quantità e la qualità della vendemmia. Se non pioverà nelle prossime due settimane sicuramente qualche problema lo avremo. È verosimile un calo fino anche al 30% della resa, perché il momento in cui i grappoli si gonfiano è questo”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta